23 Febbraio 2024 07:43

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Al lago di Colina con le ciaspole

Condividi

Lago di Colina ciaspole – Escursione molto bella da fare anche durante l’inverno. Muniti di permesso per il transito sulla VASP che sale da Postalesio, si passa poi per Pra Lone e si continua a salire.

Tutto però dipende dalla quantità di neve; in questa occasione si arriva con la macchina a quota 1.550 m, poco sopra Prà Cigolosa dove ci sarebbe la possibilità di imboccare un sentiero che però presenta molti tratti sconnessi e quindi conviene seguire la VASP.

Arrivati a quota 1.800 m, dove c’è la sbarra che limita l’accesso ai soli veicoli dei proprietari, si entra nell’ampio alpeggio di Alpe Colina (1.950 m) caratterizzato dalle piccole e belle baite in sasso. Sul lato opposto del maggengo c’è la costruzione di proprietà del Comune che viene utilizzata per le feste dell’alpeggio e su richiesta anche come Ostello.

Lago di Colina ciaspole  – Continuando sulla strada si sale oltre le baite arrivando al grande stallone e al piccolo fabbricato utilizzato come osservatorio della fauna locale: cervi e camosci. Proseguendo in direzione Nord-Ovest si giunge in pochi minuti al Lago di Colina (2.060 m) che durante l’inverno è ghiacciato.

Neve permettendo, si può proseguire per la Croce del Capin (deviando a Sud-Ovest) oppure alla Bocchetta di Zana (in direzione Nord). Il ritorno avviene sulla traccia fatta in salita.

Percorso (E) di 10 chilometri.
Giorgiogemmi.it

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie