Sabato 04 dicembre 2021

La voce della pallacanestro su Sportitalia dall’Aprica al Basket Circuit

Condividi

Matteo Gandini Dan Peterson Con l’avvento del digitale terrestre gli appassionati di pallacanestro hanno trovato in Sportitalia una nuova casa. Dal 2007 volto e voce, e recentemente anche di Legabasket, come telecronista, conduttore e redattore (sul canale 60 DGT) è Matteo Gandini.
Grande appassionato di sport USA, dove si è recato spesso per la copertura di eventi sportivi, comprese nove edizioni del Super Bowl, Matteo è un giornalista legato alla Valtellina, grazie ai suoceri che possiedono una casa all’Aprica e dove, di conseguenza, viene spesso in vacanza.
Troppo ghiotta quindi l’occasione per parlare con lui del Valtellina Basket Circuit e della pallacanestro estiva in provincia di Sondrio.
Prima di parlare di sport, ti va di raccontarci la “tua” Valtellina?
Pur non essendo un praticante di sport invernali, ho sempre apprezzato molto la Valtellina per il panorama che offre e per la tranquillità dei luoghi. Il fatto che sia facilmente raggiungibile da Milano la rende una meta perfetta per staccare un paio di giorni e rilassarsi ricaricando le pile.
Pregi e difetti, turisticamente parlando?
Tra i punti di forza emergono la possibilità di praticare numerose attività sportive, una buona valorizzazione del territorio a livello enogastronomico e la bellezza dei paesaggi. Penso che si potrebbe, in alcune tra le più note località turistiche, rendere più efficiente l’offerta e la varietà degli esercizi commerciali.
Capitolo Valtellina Basket Circuit: quando lo hai sentito nominare la prima volta?
Non ricordo precisamente quando sia stata la prima volta, di sicuro ho sempre notato con piacere come ogni estate molte squadre di alto livello scegliessero la provincia di Sondrio come tappa importante della loro preparazione
Hai la fortuna di lavorare ai livelli più alti del basket italiano. Secondo te cosa porta le squadre, le nazionali, ma anche così tante manifestazioni giovanili a trascorrere l’estate in valle?
Lavorare in montagna, sfruttando il clima più accogliente in estate rispetto a quelle delle città, credo sia fondamentale perché la preparazione sia la migliore possibile. L’accoglienza delle strutture rende la Valtellina, per i motivi di cui sopra, una destinazione perfetta.
Tutto questo non sarebbe stato possibile senza Diego Pini… 
Non l’ho mai conosciuto personalmente, ma ho seguito e apprezzato tanto quello che ha fatto per il basket e lo sport in generale. Un dirigente dalle idee forti, innovative, animato dalla passione per lo sport, come purtroppo in Italia ne sono rimasti davvero pochi. Credo che riuscire a portare in Valtellina Michael Jordan sia l’emblema di quanto Pini pensasse sempre in grande e riuscisse a raggiungere obiettivi apparentemente fuori portata
Dove sta andando la pallacanestro italiana?
Domanda difficile, che meriterebbe un lungo discorso. Purtroppo viviamo un momento (vale per molti ambiti, non solo per il basket) in cui sono pochi i soldi e le aziende che hanno voglia di investire e per questo motivo è ancora più importante gestire bene le risorse. In Italia troppo spesso manca una visione comune, la voglia di mettere da parte i propri bisogni immediati per lavorare a lungo termine per il bene della pallacanestro. Il sistema in generale (Federazione che “delega” la Lega a operare) sarebbe da rivedere e svecchiare: la Lega dev’essere il centro dell’attività, la Federazione dovrebbe occuparsi dell’attività di base, ma restare fuori dal livello top professionistico.
Sappiamo che non hai ancora assistito al Basket Circuit dal vivo, questa estate la tua prima volta al Pentagono di Bormio? 
Sono stato al Pentagono per alcuni eventi quando nei primi anni 2000 ho lavorato per l’ufficio stampa delle gare di Coppa del Mondo di sci a Bormio. Ci tornerò molto volentieri quest’estate, grazie al tuo invito, per assistere per la prima volta al Basket Circuit.

A cura di Sandro Faccinelli (responsabile comunicazione Valtellina Basket Circuit)

Ricevi le news su WhatsApp e Telegram

Lascia un commento

*

Ultime notizie