18 Aprile 2024 20:29

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Il sonnellino pomeridiano fa bene o male?

Condividi

Il sonnellino pomeridiano fa beneIl sonnellino pomeridiano fa bene?

Il sonno è un fattore che può influenzare notevolmente il benessere o il malessere delle persone e, di conseguenza, la qualità della vita.

BENEFICO O DANNOSO – Spesso ci si chiede se fare il sonnellino pomeridiano sia benefico o dannoso. Le ragioni che spingono le persone a dormire nel pomeriggio sono principalmente la stanchezza a causa di una sveglia molto presto o di ore lavorative mattutine, oltre al pranzo che può causare sonnolenza.

DOPO PRANZO – Dopo aver mangiato, soprattutto se il pasto è stato pesante, si può avvertire una forte sensazione di sonnolenza che spinge a voler riposare per qualche minuto. La sensazione di sonnolenza dopo il pranzo è causata dal processo digestivo e dal carico glicemico che tende ad aumentare, il che richiede un maggior sforzo da parte dell’insulina per la sua produzione, rendendo immediatamente più stanchi.

METEO – Anche le condizioni meteorologiche possono influire sulla voglia di dormire nel pomeriggio. In estate, questo evento è meno frequente, mentre diventa più comune in autunno o in inverno quando le temperature si abbassano, le ore di luce diurna diminuiscono e le giornate sono più uggiose.

NOTTE – Inoltre, non riuscire a dormire bene di notte può portare alla voglia di fare un riposino pomeridiano.

5 CONSIGLI PER DORMIRE MEGLIO

Il sonnellino pomeridiano fa bene o male?

IMPORTANZA – Il riposo è importante per mantenersi in salute, purché sia fatto nel modo giusto. Perché il sonnellino sia positivo, dovrebbe essere fatto in un momento adeguato, in un luogo adatto, con una corretta gestione del risveglio e un’attenzione alla circolazione sanguigna.

QUANDO E DOVE – Il riposino pomeridiano dovrebbe essere fatto piuttosto presto, ma non subito dopo il pranzo, in modo da dare tempo alla digestione di iniziare. Il sonnellino dovrebbe avvenire in un ambiente tranquillo, senza rumori, luci troppo forti o altre distrazioni, come la presenza di dispositivi elettronici.

DIVANO LETTO – Se il sonnellino coincide con la pausa pranzo, il divano di casa è una buona opzione, mentre il letto è la scelta migliore se si ha più tempo.

RISVEGLIO – Dopo il risveglio, per tornare attivi, è importante concedersi qualche minuto in più e non alzarsi di fretta per non stressare il sistema cardiovascolare e la circolazione sanguigna. Dopo il risveglio, si può bere un caffè per aumentare la lucidità e la produttività.

BENEFICI – Dormire nel pomeriggio può avere molti benefici come il miglioramento della memoria, della produttività, la riduzione della pressione e l’aumento della concentrazione.

QUANTO – È importante non dormire troppo a lungo nel pomeriggio, dai 10 ai 20-30 minuti al massimo, per non sviluppare sonnolenza e inerzia. Prolungare il riposo dopo pranzo può rendere difficile riprendere le attività del resto della giornata.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile