Le vecchie monete da 200 lire che valgono di più

Esistono versioni della moneta da 200 lire poco presenti sul mercato che hanno acquisito un alto valore numismatico. Ecco le versioni delle 200 lire rare che valgono di più se vendute in un negozio di numismatica o ad un collezionista.

200 LIRE DI PROVA 1977 – Nel 1977 vennero coniati 1500 esemplari di una versione di prova di della moneta da 200 lire, che ne ha decreto un alto valore di mercato, essendo una delle monete oggi più rare in circolazione. Su una facciata è rappresentata una testa di donna, mentre sull’altra la dicitura 200 lire inserita all’interno di un ingranaggio e una quasi impercettibile scritta “prova” nel rovescio. Sul mercato può arrivare a valere 800 euro a pezzo.

Le banconote da 1000 lire che cercano i collezionisti

200 LIRE MEZZALUNA 1978 – Nella versione dal 1978 venne commesso un errore di conio, per la rottura dello stampo, su moltissimi esemplari della moneta nessi poi in circolazione. In particolare al di sotto della testa di donna si trova una sbavatura del metallo (una mezzaluna).
Per questo motivo non è rarissima e le 200 lire mezzaluna, se in buono stato di conservazione, sfiorano i 100 euro di valore numismatico.

La moneta da 10 lire della Repubblica Italiana che vale 6mila euro

200 LIRE TESTA PELATA 1979 – Nella versione del 1979 venne fatto un errore di conio sulla moneta, che ne ha fatto lievitare il valore, per cui la donna raffigurata nel fronte aveva la testa pelata nella parte superiore. Oggi questa moneta rara può valere fino a i 50 euro ad esemplare.

News su Telegram o WhatsApp
Scarica la nostra APP Android

Ultime Notizie