Dicembre 4, 2022 20:22

Escursione al Monte Vago Livigno


Si raggiunge il passo Forcola (2.314 m) sul confine Italia/Svizzera e da qui ci si incammina in direzione sud-est sul sentiero che inizia in prossimità del pennone con le bandiere.

Una volta arrivati ad incrociare le acque dello Spol, che scendono dalla Val Orsera (2.470 m), si devia a sinistra e, senza particolari difficoltà, si passa al di sopra delle acque turchesi del lago Vago. Il fondo di questo laghetto è interamente ricoperto da pietre e sabbie di origine glaciale che ne esaltano il colore nelle giornate di sole estivo.

Raggiunta la sella posta a quota 2.890 m si deve affrontare la stretta cresta rocciosa. Seguendo i tanti segnavia bianco/rosso si supera all’inizio un breve tratto di pochi metri e poi, senza alcun rischio, si raggiunge la cima del Vago (3.059 m).

Dove si apre una vista che spazia dal Piz Umbrail all’Ortles, dallo Zebrù al Cevedale, dal Pizzo Scalino alla Punta Carale e su tutto il Gruppo del Bernina.

Il ritorno avviene sullo stesso percorso, ma a quota 2.470 m conviene , se si ha ancora un po’ di tempo, fare una salita lungo l’ampia Val Orsera fino ai piedi (2.700 m) del ripido pendio che si trova sotto Punta Orsera. Tornati a riprendere il sentiero che scende dal Monte Vago si raggiunge in breve tempo il punto di partenza.

Percorso complessivo (EE) di 11,5 chilometri, dislivello positivo 950 metri, no fontane.
Giorgio Gemmi

News su Telegram o WhatsApp

Ultime Notizie