15 Luglio 2024 13:38

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Case green scadenze: le nuove regole

Condividi

case green scadenzeCase green scadenze – L’Unione Europea ha raggiunto un accordo sulle “Case Green“, un piano che mira a ristrutturare gli edifici per renderli più verdi e sostenibili. Il piano prevede la graduale eliminazione delle vecchie caldaie inquinanti entro il 2040.

Nell’ambito di questo accordo, gli Stati membri avranno più flessibilità per realizzare interventi di ristrutturazione. Potranno infatti scegliere se focalizzarsi sulla ristrutturazione di interi edifici o di singoli appartamenti.

Case Green scadenze

Le nuove norme consentiranno anche di accelerare la transizione verso l’energia rinnovabile. Gli Stati membri avranno la possibilità di prevedere incentivi per l’installazione di impianti di riscaldamento e raffreddamento basati su energia rinnovabile.

L’obiettivo è di ridurre l’impatto ambientale del settore edilizio, che attualmente rappresenta il 36% delle emissioni di CO2 nell’UE. La ristrutturazione degli edifici potrebbe portare a un risparmio energetico del 60%, contribuendo così alla lotta contro il cambiamento climatico.

Case green scadenze

Le tappe della rottamazione delle caldaie e gas e degli impianti inquinanti.

2025: fine incentivi per acquisto caldaie autonome.
2028: nuovi edifici pubblici costruiti secondo i nuovi standard green, a emissioni zero.
2030: riduzione del consumo di energia del 165 da parte di tutti gli edifici residenziali.
2030: nuove case costruite secondo i nuovi standard green, a emissioni zero.
2035: consumo di energia nelle case ridotto del 20-22%.
2040: divieto definitivo delle caldaie a gas nei Paesi Ue, per chi deve comprare un nuovo impianto di riscaldamento o sostituire il vecchio.
Dal 2040: non saranno più prodotte e vendute caldaie a gas.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile