Zecche in montagna: come comportarsi e prevenire

Condividi

Zecche in montagna: come comportarsi e prevenire
Le zecche sono comuni per chi si avventura in passeggiate in boschi o in prati frequentati da animali che pascolano.
Non saltano e non volano, ma si posizionano sulle estremità delle piante erbacee o dei cespugli aspettando il passaggio di un animale
al quale aggrapparsi (uomo incluso).
Come prevenire
Utilizzando appositi spray e pantaloni lunghi. Trattando sempre gli animali domestici con appositi prodotti contro le zecche.
Come individuarle
Il morso non è doloroso, si riscontra arrossamento e prurito della parte interessata. Le zecche tendono a localizzarsi preferibilmente su testa, collo, dietro le ginocchia e sui fianchi.
Cosa fare
Non utilizzare disinfettanti o alcool sulla parte fino alla completa rimozione per evitare che il suo rigurgito possa infettare la zona Rimuovere la zecca quanto prima utilizzando delle pinzette,
opportunamente disinfettate: afferrare l’animale quanto più possibile vicino alla pelle, girare il corpo dell’animale in senso antiorario per evitare che il rostro resti inoculato nella pelle.
Se, dopo la rimozione, si nota qualche puntino scuro cercare di rimuoverlo con la punta di un ago sterile. Una volta rimossa, disinfettare la parte con prodotti idonei e utilizzare pomate antistaminiche o cortisoniche per ovviare a prurito e infiammazione.
Tenere monitorata la zona per 30-40 giorni


Ultime notizie