24 Febbraio 2024 16:42

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Attenzione a zecche e processionarie nei prati e nei boschi

Condividi

zecche montagnaZecche processionarie boschi – Le zecche, presenti nelle aree boschive e nei prati del Nord Italia, possono trasmettere all’uomo malattie quali la borreliosi di Lyme e l’encefalite da zecca.

In passato, durante l’inverno, le zecche si riparavano dalle condizioni climatiche avverse rifugiandosi sotto il fogliame, che forniva loro anche l’umidità necessaria. Tuttavia, a causa degli inverni sempre meno freddi e piovosi degli ultimi anni, questi parassiti non interrompono più le loro attività nella stagione fredda.

Il loro ciclo vitale si espande ora quasi per tutto l’anno, con un picco di intensità nei mesi primaverili ed estivi. Le zecche prediligono le aree umide e fresche, come i boschi, evitando quelle aride e calde.

Zecche in montagna: come comportarsi in caso di puntura

Le zecche, così come altri insetti pungenti, si trovano in particolare tra i cespugli e l’erba alta. Perciò, avventurandosi nel sottobosco al di fuori dei sentieri designati, il rischio di essere punti aumenta. In ogni caso, dopo una camminata nel bosco, è importante ispezionare attentamente il proprio corpo per assicurarsi che nessuno di questi parassiti si sia attaccato alla pelle.

Mentre si cammina nei boschi, è consigliabile infilare i pantaloni nelle calze, un’accortezza che minimizza la possibilità che le zecche si infilino nelle gambe dei pantaloni. È meglio evitare di indossare pantaloncini corti.

Come vestirsi per una gita estiva in montagna

Durante le escursioni in zone boschive, bisogna prestare attenzione alle Processionarie della quercia. I bruchi di questo lepidottero dai peli grigio-bluastro tendono a muoversi sui tronchi degli alberi formando lunghe processioni. Toccarli può risultare pericoloso: i peli pungenti sul loro dorso, se si staccano, possono causare orticaria, edema, ipotensione, infiammazioni, difficoltà respiratorie e perdita di coscienza.

News su Telegram o WhatsApp
Scarica la nostra APP Android

Condividi

Ultime Notizie