Lunedì 26 settembre 2022

Attenzione alle zecche in Valtellina in questo periodo

Condividi

zecche valtellina Le punture di zecca sono purtroppo in costante aumento da qualche anno a questa parte e il mese di giugno, in provincia di Sondrio, è il periodo di massima diffusione di questo fastidioso parassita. Importante, dunque, non sottovalutare il problema. La specie di zecca maggiormente diffusa nel territorio dell’ATS della Montagna è la Ixodes Ricinus. La puntura di zecca non è né dolorosa né pruriginosa, tuttavia può essere pericolosa per l’uomo sia per le gravi reazioni allergiche che per il potenziale rischio di trasmettere malattie infettive. In Italia le principali malattie trasmesse da zecche sono la malattia di Lyme e la Rickettsiosi (fra cui la febbre bottonosa del Mediterraneo). Meno frequenti le Ehrlichiosi, la Meningoencefalite da zecche (TBE) e la Tularemia. A fronte del fatto che non esistono repellenti efficaci per evitare la puntura della zecca, vi sono però alcune semplici regole che è opportuno conoscere. Scarica QUI tutte le informazioni necessarie relative a cosa fare in caso di puntura e a chi rivolgersi.


Ultime notizie