Dicembre 4, 2022 15:32

Escursione al passo di Acquanera

In auto si percorre la strada provinciale 15 della Valmalenco fino a Landaza, poi si sale a Campo Franscia e, successivamente, fino al tornante in località Largone (1.760 m). La meta di questa escursione è il Passo di Acquanera a quota 2.690 m e l’Alpe Prabello. Il tratto terminale della salita dai 2.350 m è per escursionisti esperti (EE).

Al Largone si prende la stradina VASP che porta al maggengo Alpe Largone Inferiore e poi a quello Superiore. Arrivati al grande alpeggio di Alpe Acquanera (2.116 m) si supera il sentiero dell’Alta Via e, proseguendo in direzione sud, verso la piccola parete rocciosa, si seguono alcuni ometti per arrivare alla traccia che poi sale tra i rododendri fino a quota 2.300 m.

Da qui bisogna continuare verso sud-est senza perdere d’occhio i pochi segnavia e alcuni ometti. Più avanti, tenendo sulla destra una vecchia frana, la salita diventa impegnativa con alcune difficoltà negli ultimi 100 metri di dislivello.

Ritornati all’Alpe Acquanera, si svolta a destra sull’AV passando a fianco di quel che resta del Lago dei Montagnoni: un verdeggiante piccolo prato acquitrinoso. Con un susseguirsi di sali/scendi verso nord-est si sbuca alle spalle della chiesetta di Prabello (2.225 m) e poi si raggiungono le baite in sasso dell’alpeggio. Nei pressi della chiesetta c’è il bivio con palina da dove, deviando a destra, si scende rapidamente al piccolo Lago del Mufulèe (2.070 m/slm). Qui si abbandona il percorso che va all’Sasso dell’Agnello e si svolta a sinistra per risalire verso ovest all’Alpe Largone Superiore. Proseguendo sulla VASP fatta nell’andata si raggiunge il punto di partenza.

Percorso (EE solo per il tratto finale che sale al passo) di 15 chilometri, dislivello positivo 1150 metri, pochissime fontane.
Giorgio Gemmi
News su Telegram o WhatsApp

Ultime Notizie