Domenica 22 maggio 2022

Daspo nei locali pubblici per due giovani violenti valtellinesi

Condividi





Continua l’attività di carattere preventivo poste in essere dalla Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Sondrio, in relazione a fenomeni violenti connessi alla malamovida, con provvedimenti mirati emessi dal Questore della Provincia di Sondrio. In questi giorni sono stati notificati due provvedimenti di Divieto di Accesso a Locali Pubblici o aperti al Pubblico e ad Esercizi Pubblici, nei confronti di un ventunenne ed un ventitreenne, residenti in comuni limitrofi al capoluogo, i quali si sono resi responsabili di condotte violente all’interno o nei pressi di esercizi pubblici.
In particolare i due, in un’occasione, di un controllo della Polizia di Stato presso un bar di Ponte in Valtellina, presentatisi in stato di agitazione, si opponevano ai controlli, il ventunenne prima tentava di fuggire per poi tornare sul luogo ove i poliziotti stavano cercando di contenere l’altro giovane e li colpiva con un ombrello e dei pugni, il ventitreenne a sua volta, dopo aver spintonato gli operatori, entrava nel bar alla ricerca di un coltello per colpire gli Agenti, costringendo la barista a barricarsi nel locale. In questa occasione i due venivano tratti in arresto.
L’attività di monitoraggio e verifica, espletata dal personale della Divisione Anticrimine, in relazione alle condotte dei due giovani ha permesso di accertare che il ventunenne, oltre ad altri precedenti di polizia, si era reso responsabile di danneggiamento e minaccia all’interno di un bar sito nel Comune di Poggiridenti, dove, dopo aver importunato e minacciato altri avventori, colpiva con un pugno il registratore di cassa danneggiandolo in modo irrimediabile. Il ventitreenne, allo stesso modo, in un locale sito a Piateda, dopo aver discusso per futili motivi con un altro avventore, lo colpiva violentemente alla testa con una stecca da biliardo, provocandone la perdita di coscienza e il ricovero in Ospedale.
Per entrambi il provvedimento di Divieto Divieto di Accesso a Locali Pubblici o aperti al Pubblico e ad Esercizi Pubblici, c.d. “Daspo Willy”,, stante la pericolosità delle condotte tenue, è stato esteso dal Questore della Provincia di Sondrio, a tutto il territorio provinciale, per cui non potranno accedere ad alcun locale del territorio sondriese, nonché stazionare nei pressi, dalle ore 17 alle ore 6 del mattino successivo. La violazione è punita con la reclusione da sei mesi a due anni e con la multa da 8.000 a 20.000 euro.
Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie