La corretta scelta della legna da ardere e la posizione in cui va bruciata


Riscaldarsi con la legna offre diversi vantaggi: ecologico, economico. Senza dimenticare che la vista del fuoco crea atmosfera, ma una combustione perfetta e moderna viene garantita solo utilizzando legna naturale secca non trattata.

La corretta scelta della legna da ardere
Bruciare solo legna naturale secca e non trattata con umidità non superiore al 20%.
Usare legna con pezzatura corretta consente un flusso d’aria corretto.
La legna va bruciata in orizzontale e non in piedi (a parte nei camini aperti).
La quantità di legna non deve superare quanto viene indicato dal produttore degli apparecchi di riscaldamento, che consente alla fiamma di raggiungere la temperatura sufficiente per una combustione corretta, evitando nel contempo un’alta temperatura dei fumi con conseguente pericolo di incendio della canna fumaria.
Per stufe a legna o ad accumulo in maiolica e per camini aperti o chiusi la pezzatura della legna deve essere di 7-10 cm, mentre la lunghezza varia in base alla lunghezza della camera di combustione.

News su Telegram o WhatsApp

Ultime Notizie