16 Luglio 2024 02:35

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Soluzioni anti muffa: ritinteggiare o arieggiare?

Condividi

Soluzioni anti muffaSoluzioni anti muffa – Basta un periodo di 48 ore in un luogo con un’umidità adeguata perche la muffa inizi a svilupparsi. Nei punti più freddi di un edificio, l’umidità nell’aria generata da attività come cucinare, fare la doccia o semplicemente vivere, si condensa. Questo fenomeno è ancora più pronunciato in spazi chiusi e affollati come le scuole e gli uffici. Questa condensa crea l’ambiente perfetto per la proliferazione di vari tipi di muffa.

La muffa non è solo un problema visivo. Rilascia spore che possono essere inalate dagli abitanti degli spazi infestati. I più vulnerabili sono i bambini, gli anziani e le persone con un sistema immunitario compromesso. È fondamentale una ventilazione adeguata per controllare il livello di umidità e prevenire la crescita della muffa.

Inalare le spore invisibili rilasciate dalle muffe può causare problemi respiratori, scatenare allergie, mal di testa, affaticamento e altri problemi di salute.

Le abitazioni con infissi di nuova generazione ad alte prestazioni e sistemi di rivestimento sempre più avanzati necessitano di una particolare attenzione alla ventilazione continua. Questo per eliminare l’umidità in eccesso e i contaminanti che si accumulano nell’aria.

A seguito di lavori di ristrutturazione, il 55,06% delle case ha riscontrato problemi di muffa a un anno circa dall’intervento; dopo 2/3 anni la situazione è peggiorata ulteriormente.

La causa principale dei problemi di muffa in casa è la mancanza di una adeguata ventilazione: i vapori di condensa e l’umidità in eccesso non vengono gestiti correttamente e quindi diventano un terreno fertile per le muffe.

La questione della muffa può sorgere sia in abitazioni di recente costruzione, dotate di un elevato isolamento termico, sia in case più vecchie dove è più probabile l’insorgenza di problemi di condensa nei ponti termici. La primavera e l’estate rappresentano il periodo più favorevole per eliminare definitivamente il problema della muffa. È il momento in cui è possibile effettuare gli interventi appropriati per prepararsi a trascorrere i mesi invernali senza dover più preoccuparsi delle condense e delle piccole macchie nere sugli angoli dei muri.

Tuttavia, lavare le pareti, disinfettarle con candeggina o riverniciarle con prodotti antimuffa non costituisce una soluzione definitiva al problema, ma fornisce al massimo un rimedio temporaneo.

Per gestire il problema in maniera efficace, dopo aver ripristinato l’ambiente, è essenziale garantire una ventilazione adeguata e continua nelle stanze in cui si passa la maggior parte del tempo come le camere da letto e i soggiorni.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile