28 Febbraio 2024 00:18

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Olimpiadi, ufficiale: la pista di bob verrà realizzata a Cortina

Condividi

La realizzazione della pista per bob, skeleton e slittino a Cortina è ufficiale. Simico, l’ente pubblico incaricato delle opere pubbliche per Milano-Cortina 2026, ha sancito l’accordo con l’azienda Pizzarotti, l’unica a rispondere alla seconda gara di appalto pubblicata per questo progetto.

Questo rappresenta un respiro di sollievo per le altre sedi designate per accogliere le competizioni di tutte le discipline olimpiche previste per i Giochi Olimpici Invernali del 2026. Tra queste, si include Bormio, che ospiterà le gare di sci alpino.

Anche se va ricordato la contrarietà del CIO che continua a esprimere un’opinione negativa sulla selezione di un impianto in Italia. Rimangono aperte alternative con gli altri impianti già esistenti e operativi, per un eventuale piano B, con otto candidature straniere.

La notizia del 30 gennaio – Il governo ha approvato un decreto legge per accelerare la costruzione della pista di bob per le Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026. Un provvedimento che vorrebbe garantire la realizzazione delle infrastrutture necessarie in tempo per i giochi.

Il decreto prevede misure speciali per accelerare la progettazione, l’approvazione e la costruzione della pista di bob. Questo comporta una semplificazione delle procedure amministrative e un’accelerazione degli iter burocratici.

La pista di bob, una delle strutture chiave per le Olimpiadi, sarà costruita a Cortina d’Ampezzo, una delle sedi dei giochi. Il progetto della pista di bob è stato recentemente modificato per ridurre l’impatto ambientale e migliorare l’integrazione con il paesaggio circostante.

La  nota della Fondazione Milano Cortina 2026, il cui Cda si è riunito oggi.

“L’eventuale decisione di affidare i lavori per lo sliding centre a Cortina confermerebbe quindi il masterplan originario che individuava già la Regina delle Dolomiti come la sede, oltre che del curling e dello sci alpino femminile, anche degli sport di scivolamento. Grazie al nuovo impianto verrebbe rafforzata la lunga tradizione cortinese in questi sport e si consoliderebbe il lavoro sulle future generazioni che continueranno, così come avvenuto fino ad oggi, a regalare al nostro Paese importanti medaglie e vittorie internazionali”.

“In virtù del nuovo progetto, più contenuto rispetto alla sua versione originaria, il CdA del comitato organizzatore ha altresì preso atto che l’eventuale decisione di SIMICO comporterebbe un extra budget per la realizzazione di alcuni allestimenti, a oggi non previsti e necessari per lo svolgimento delle gare – prosegue -. Inoltre, lo stesso CdA, visti i pareri negativi pervenuti dal Comitato Olimpico Internazionale (CIO) e dalle Federazioni Internazionali, preoccupati dalle strette tempistiche che l’opera impone, e in virtù anche della comunicazione di SIMICO dello scorso 3 gennaio con cui si consigliava di mantenere aperte eventuali soluzioni alternative, ha deliberato di non interrompere il dialogo con gli altri impianti esistenti e funzionanti, dando mandato all’amministratore delegato di proseguire il lavoro di negoziazione di un eventuale piano B che, anche in questo caso, richiederà un extra budget. Sia nel caso dell’extra budget necessario a completare in via temporanea le esigenze dell’impianto di Cortina, sia in quello relativo all’eventuale spostamento della venue di gara, la Fondazione Milano Cortina 2026 avvierà un confronto con le istituzioni competenti”.

“Il comitato organizzatore dei Giochi di Milano Cortina 2026 è in continuo contatto con il CIO e con le Federazioni Internazionali e ribadisce che i test di pre-omologazione non potranno per nessuna ragione avvenire oltre il mese di marzo 2025 – conclude la nota -. In chiusura, il CdA ha voluto espressamente ribadire la ferma volontà di cooperare, così come avvenuto fino ad oggi, con tutte le realtà che, a vario titolo, lavorano alla realizzazione dei Giochi. Solo attraverso un impegno sinergico, infatti, si potranno raggiungere gli obiettivi prefissati”.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie