20 Giugno 2024 23:41

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Le monete da 1000 Lire bimetalliche: un tesoro nascosto nei cassetti

Condividi

valore 1000 lire bimetallica

La Storia della 1000 Lire Bimetallica e della 1000 Lire Roma Capitale

Le monete da 1000 lire bimetalliche sono un simbolo della storia monetaria italiana, un ricordo di un’epoca passata che ha ancora un valore particolare per i collezionisti e gli appassionati di numismatica. Prima dell’arrivo dell’Euro, le lire italiane erano il mezzo di scambio quotidiano, e tra queste, le 1000 lire non erano solo banconote, ma anche monete di valore speciale.

In particolare, ci sono due versioni notevoli delle monete da 1000 lire: la “Roma Capitale” del 1970 e la bimetallica “Europa”. Queste monete non sono solo pezzi di metallo, ma veri e propri pezzi di storia.


Il Valore della Mille Lire “Roma Capitale” del 1970

La mille lire “Roma Capitale” è stata emessa nel 1970 per commemorare il centenario di Roma come capitale d’Italia. Questa moneta, fatta di argento 833, è un gioiello numismatico. Il design della moneta presenta la dea Concordia sul dritto e la pavimentazione della Piazza del Campidoglio di Michelangelo sul rovescio.

Se possiedi una di queste monete in condizioni perfette (nota come “fior di conio”), il suo valore può raggiungere i 600 euro. Tuttavia, esiste una versione ancora più rara e preziosa: le monete di prova con la scritta “PROVA” sul retro. Di queste ne sono stati coniati solo 2500 pezzi, rendendole estremamente ricercate dai collezionisti.


Il Valore delle 1000 Lire Bimetalliche “Europa”

Passando alla serie delle 1000 lire bimetalliche, conosciute come “Europa”, queste monete hanno una storia interessante con due versioni principali. La prima versione ha diversi errori sulla mappa dell’Europa incisa sul retro: la Germania è ancora divisa, la Danimarca è leggermente fuori posto e l’Istria appare come parte dell’Italia.

Queste monete con errori, sebbene interessanti dal punto di vista storico, non valgono molto. In condizioni perfette, il loro valore si aggira intorno ai 3 euro per pezzo.

GRADI DI CONSERVAZIONE E VALORE DELLE MONETE

Nel 1997, la Zecca italiana ha corretto questi errori emettendo una seconda versione della moneta con una mappa dell’Europa corretta. Questa versione aggiornata ha un valore leggermente superiore, intorno ai 4 euro se trovata in fior di conio.


Lire Bimetalliche

Le vecchie monete da 1000 lire possono avere un valore sentimentale e collezionistico significativo. Se hai ancora qualche moneta in un cassetto, vale la pena controllare le sue condizioni e confrontarle con le descrizioni sopra. La 1000 lire “Roma Capitale” del 1970 potrebbe rivelarsi un piccolo tesoro, soprattutto se è una delle rare versioni di prova. Le 1000 lire bimetalliche “Europa” sono un interessante pezzo di storia, sebbene il loro valore monetario sia modesto.

Per chi ama la numismatica, ogni moneta racconta una storia, e le monete da 1000 lire italiane sono una finestra su un’epoca passata che continua a suscitare fascino e interesse. Quindi, la prossima volta che troverai una vecchia moneta da 1000 lire, prenditi un momento per apprezzarne il valore storico e, chissà, potrebbe anche avere un valore economico interessante.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile