Correre come il senso di marcia o contromano?

correre senso marcia contromano Se sei un runner, correre in contromano sarà più sicuro
Perché correre in modo opposto alla circolazione delle macchine?
Il codice della strada, nell’articolo 190 comma 1, dice: “i pedoni devono circolare sui marciapiedi, sulle banchine, sui viali e sugli altri spazi per essi predisposti; qualora questi manchino, siano ingombri, interrotti o insufficienti, devono circolare sul margine della carreggiata opposto al senso di marcia dei veicoli in modo da causare il minimo intralcio possibile alla circolazione.
Fuori dei centri abitati i pedoni hanno l’obbligo di circolare in senso opposto a quello di marcia dei veicoli sulle carreggiate a due sensi di marcia e sul margine destro rispetto alla direzione di marcia dei veicoli quando si tratti di carreggiata a senso unico di circolazione.
Da mezz’ora dopo il tramonto del sole a mezz’ora prima del suo sorgere, ai pedoni che circolano sulla carreggiata di strade esterne ai centri abitati, prive di illuminazione pubblica, è obbligatorio di marciare su unica fila”.
Inoltre, circolare in senso opposto a quello di marcia dei veicoli a motore, è molto più sicuro per corridore ed autista, infatti questo comportamento permette ad entrambi di rendersi conto preventivamente di chi gli stia venendo incontro, facendogli decidere in tempo che comportamento adottare (rallentare, fermarsi, spostarsi leggermente dalla carreggiata) rimane comunque consigliato rendersi sempre più visibili tramite pettorine ed abbigliamenti catarifrangenti.

Ultime Notizie