16 Luglio 2024 02:13

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Come scegliere il cappotto termico

Condividi

Operaio che installa un cappotto termico esterno in una casa in costruzioneCome scegliere il cappotto termico

Il cappotto termico è un sistema installato all’esterno delle pareti perimetrali di un edificio. È fondamentalmente composto da uno strato di pannelli isolanti di spessore adeguato, che vengono incollati e fissati alla parete con tasselli, uno strato di colla coprente con una rete inserita e una finitura tinteggiata. L’elemento centrale del cappotto termico è il pannello isolante utilizzato, che può variare a seconda del materiale e dello spessore scelti.

Ci sono due parametri che influenzano la qualità del cappotto termico in inverno: la proprietà isolante garantita dal materiale del pannello, la conduttività termica e lo spessore del pannello isolante.

Più basso è il valore della conduttività e maggiore è lo spessore del pannello, migliore sarà la prestazione invernale del cappotto. L’isolamento termico finale di una parete, considerando l’apporto di tutti gli strati che la compongono (ad esempio: intonaco, parete in mattoni, intercapedine, pannello isolante), è chiamato trasmittanza termica.

Come scegliere il cappotto termico

Il cappotto termico può contribuire a migliorare il comfort e a risparmiare energia anche in estate. Se progettato correttamente, può difendere efficacemente dall’eccessivo calore estivo, aiutandoci a ridurre l’uso intensivo di condizionatori, che consumano molta energia e contribuiscono al surriscaldamento delle città.

In estate, il pannello isolante deve avere anche altre due proprietà: la densità e il calore specifico. La densità è la massa di un metro cubo di un materiale, mentre il calore specifico è l’energia necessaria per aumentare di un grado la temperatura di un chilogrammo di un determinato materiale.

I 5 PROBLEMI PIÙ COMUNI DEL CAPPOTTO TERMICO

In un edificio, un cappotto termico costituito da pannelli isolanti realizzati con un materiale ad alta capacità termica e alta densità può fare sì che le facciate dell’edificio esposte al sole si riscaldino poco e molto lentamente in estate. Così poco che solo una piccola parte dell’energia solare incidente attraverserà il cappotto, e così lentamente da raggiungere l’interno solo 14 ore più tardi, verso le due di notte. A quell’ora, la temperatura esterna è più bassa di quella interna, quindi per raffreddare la stanza sarà sufficiente aprire la finestra e lasciare entrare l’aria fresca esterna.

Come scegliere il cappotto termico

Un cappotto termico dovrebbe essere progettato tenendo in considerazione la latitudine, la zona climatica e l’altitudine, in modo da soddisfare pienamente le necessità estive e invernali degli occupanti della casa. Questo comporta la scelta del materiale più adatto per soddisfare queste esigenze, consentendo una riduzione dei costi energetici e un notevole miglioramento del comfort abitativo.

Il cappotto termico deve essere progettato e installato correttamente, rispettando le norme di buona costruzione. Una progettazione o installazione errate possono causare problemi con ripercussioni estetiche ed economiche gravi, come il distacco del rivestimento; problemi estetici e di tenuta con distacco del rivestimento dovuto a errori nell’installazione della rete; crepe nell’angolo della finestra a causa della mancata installazione della rete d’angolo; e in alcuni casi, il cappotto termico cade del tutto.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile