Novembre 27, 2022 21:45

Bollettino neve e valanghe Valtellina


Una circolazione ciclonica associata ad un minimo barico sul Mar Ligure, formatosi nella notte e in rapido spostamento verso l’Adriatico, interessa l’Italia Settentrionale con una sua parte non particolarmente attiva, foriera comunque di precipitazioni. Nel dettaglio, sui rilievi lombardi sono in corso, dalla serata di ieri, precipitazioni a carattere debole sulle Alpi, moderato su Prealpi ed Appennino, con quota neve compresa tra 1000 e 1300 metri. Nel corso di oggi si attende un cielo molto nuvoloso o coperto ovunque, ma con tendenza al rasserenamento in serata su Appennino e Prealpi. Le precipitazioni sono attese in progressiva attenuazione nel corso della mattinata, con esaurimento progressivo a cominciare dai settori occidentali fino a quelli orientali, dove si completerà nel primo pomeriggio. Nuovi accumuli attesi non superiori a 15 cm, con particolare riferimento ai rilievi bresciani e dell’Alta Valtellina. Già dalla mattinata atteso vento settentrionale, con caratteristiche che progressivamente diventeranno favoniche, in significativo rinforzo nel corso della giornata su valori forti o molto forti in quota. Dal punto di vista nivologico le nuove precipitazioni hanno determinato la costituzione di un manto basale stabile a partire dai 2000 m in su. Nello specifico gli accumuli durante le 24 ore sono stati di 15-20 cm sui settori retici, 30-40 cm su Orobie e Adamello, 20-25 cm su Prealpi. Alle quote medio alte l’insistente azione del vento ha determinato la formazione di nuovi lastroni. Le situazioni più delicate riguardano i pendii più ripidi a nord, ove i nuovi accumuli poggiano sulla neve vecchia ed il collegamento risulta precario.

Previsioni meteo

News su Telegram o WhatsApp

Ultime Notizie