13 Luglio 2024 14:57

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Alla guida di una bici a pedalata assistita, ma era un ciclomotore

Condividi

Casco in e-bikeSingolare episodio accaduto al conducente di un (presunto) velocipede a pedalata assistita a Sondrio. Gli Agenti della Polizia Locale, nel corso di un normale servizio di perlustrazione del territorio, avevano modo di intercettare il conducente di una bicicletta il quale, senza azionare i pedali, percorreva le vie del capoluogo per diverse centinaia di metri.

Insospettiti, gli Agenti provvedevano a fermare il conducente e ad eseguire l’ispezione del veicolo, il quale presentava sulla manopola destra un acceleratore a rotazione del tutto simile a quello dei ciclomotori in circolazione. Venivano quindi esperiti gli accertamenti di rito, che consentivano di verificare come l’acceleratore azionava il motore elettrico ad esso collegato, permettendo l’esecuzione di partenze a pedali fermi ed il contestuale raggiungimento di velocità superiori ai 6 km/h, indipendentemente dall’azione della pedalata.

Agli Agenti non rimaneva che rappresentare al conducente l’avvenuta violazione delle prescrizioni di cui all’art. 50 del Codice della Strada, che così recita: “I velocipedi sono i veicoli con due ruote o più ruote funzionanti a propulsione esclusivamente muscolare, per mezzo di pedali o di analoghi dispositivi, azionati dalle persone che si trovano sul veicolo; sono altresì considerati velocipedi le biciclette a pedalata assistita, dotate di un motore ausiliario elettrico avente potenza nominale continua massima di 0,25 KW, o di 0,5 KW se adibiti al trasporto di merci, la cui alimentazione è progressivamente ridotta ed infine interrotta quando il veicolo raggiunge i 25 km/h o prima se il ciclista smette di pedalare. I velocipedi a pedalata assistita possono essere dotati di un pulsante che permetta di attivare il motore anche a pedali fermi, purché con questa modalità il veicolo non superi i 6 km/h.”.

Il veicolo peraltro, ai sensi della normativa vigente, veniva posto sotto sequestro amministrativo in quanto assimilabile ad un ciclomotore non omologato. Grande la sorpresa del soggetto, convinto di condurre un veicolo in regola con la normativa vigente.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile