19 Luglio 2024 20:28

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Stufe, caminetti e caldaie: impianti esistenti e rendimenti minimi

Condividi

Caldaie a condensazione in LombardiaStufe e caminetti in Lombardia

La Regione Lombardia ha implementato una serie di norme rigorose riguardanti l’installazione e l’uso di stufe, caminetti e caldaie a legna, pellet, cippato o bricchette. Queste norme sono state stabilite per migliorare la qualità dell’aria e ridurre l’inquinamento atmosferico. Vediamo insieme quali sono i requisiti da rispettare per essere conformi alla normativa regionale.

Divieti e Obblighi

Installazione di Nuovi Impianti

Dal 2021, su tutto il territorio lombardo è vietato installare stufe, caminetti e caldaie a legna, pellet, cippato o bricchette che non abbiano almeno 4 stelle secondo la classificazione ambientale. Gli impianti con meno di 4 stelle non possono essere installati. Questo significa che se stai pensando di acquistare un nuovo sistema di riscaldamento a biomassa, devi assicurarti che abbia almeno 4 o 5 stelle.

LA LEGNA DA EVITARE NEL CAMINO

Caminetti Aperti e Cucine a Legna

Anche i caminetti aperti, senza vetro, e le cucine a legna sono classificati come impianti termici secondo la DGR 5360/2021 della Regione Lombardia. Questi devono quindi rispettare le stesse normative degli altri impianti a biomassa.

Utilizzo di Impianti Esistenti

Impianti con Almeno 3 Stelle

Se già possiedi una stufa, un caminetto o una caldaia che hanno almeno 3 stelle, puoi continuare a utilizzarli. Tuttavia, è essenziale avere una dichiarazione di conformità rilasciata dall’installatore abilitato. Senza questa dichiarazione, l’impianto è considerato fuori legge e deve essere spento. In tal caso, è necessario comunicare la disattivazione dell’impianto alle autorità competenti.

Impianti con Meno di 3 Stelle

Gli impianti che hanno meno di 3 stelle possono essere utilizzati solo se installati prima del 18 settembre 2017 e devono rispettare i rendimenti minimi stabiliti dalla normativa. Questi impianti possono essere utilizzati fino al 15 ottobre 2024. Dopo questa data, anche se costituiscono l’unica fonte di riscaldamento dell’abitazione, non saranno più legali.

Rendimenti Minimi

La normativa regionale stabilisce anche i rendimenti minimi che devono essere raggiunti dagli impianti esistenti:

Impianti ad Aria

  • Caminetto chiuso, inserto, stufa: rendimento minimo del 75% per legna e 85% per pellet.

Impianti ad Acqua

  • Caldaia, termostufa, termocaminetto: rendimento minimo del 80% per legna e 90% per pellet.

Norme Stufe e Caminetti

Le nuove normative della Regione Lombardia riguardanti stufe, caminetti e caldaie a biomassa sono essenziali per migliorare la qualità dell’aria e ridurre l’inquinamento. Assicurati che il tuo impianto sia conforme a queste norme per evitare sanzioni e contribuire a un ambiente più pulito.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile