16 Aprile 2024 02:28

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Quanto si guadagna con lo scambio sul posto?

Condividi

si guadagna con lo scambio sul postoSi guadagna con lo scambio sul posto?

Lo Scambio sul Posto è un meccanismo che permette di iniettare nell’infrastruttura elettrica l’elettricità prodotta dal proprio sistema fotovoltaico non immediatamente necessaria, e di ritirarla in seguito quando c’è bisogno.

L’elettricità iniettata nella rete dal sistema fotovoltaico e successivamente riutilizzata, viene rimborsata dal GSE con una tariffa che può variare, ma che in media è circa 0,15 € a kWh.

Il compenso per lo scambio viene erogato attraverso due pagamenti anticipati semestrali riferiti all’anno “a” e un saldo annuale riferito all’anno “a-1”, dove con “a” si intende l’anno di competenza accumulata.

Gli anticipi sono calcolati sulla base di valori previsti, dalla data di inizio del contratto e in rapporto ai giorni di validità del contratto nel semestre di riferimento;

il saldo, al contrario, viene calcolato utilizzando i reali dati energetici inviati dal Gestore di Rete appropriato al GSE dalla data di inizio del contratto.

Per quanto riguarda gli anticipi semestrali, per conoscere la data di pagamento, è necessario sapere la data da cui inizia il contratto.

Se la data di attivazione, ovvero la data in cui il GSE ha formalmente accettato il contratto, è precedente al 31 marzo dell’anno di riferimento, l’anticipo del primo semestre viene pagato il 15° giorno lavorativo del mese di giugno, sempre dell’anno “a” di riferimento.

Se la data di attivazione è compresa tra l’1 aprile e il 31 agosto dell’anno di riferimento “a”, viene pagato solo l’anticipo del secondo semestre il 15° giorno lavorativo del mese di novembre dell’anno di riferimento.

Se la data di attivazione è successiva al 31 agosto dell’anno di riferimento “a”, l’anticipo del secondo semestre non verrà erogato, ma l’utente riceverà direttamente il saldo relativo all’anno “a-1” a giugno dell’anno “a”, a condizione che siano disponibili i dati di misurazione e di anagrafica inviati dai Gestori di Rete al GSE.

5 MOTIVI PER INSTALLARE UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO

Quanto si guadagna con lo scambio sul posto?

L’ammontare del saldo relativo all’anno “a-1” viene erogato il 15° giorno lavorativo di giugno nell’anno seguente, a condizione che il GSE abbia a disposizione tutte le informazioni necessarie per il suo calcolo.

Nel caso in cui sia richiesto il contributo annuale per coprire i costi amministrativi, tale importo sarà detratto dai crediti accumulati in anticipo/saldo. Di conseguenza, il GSE procederà al pagamento se il saldo “netto” è superiore al limite minimo di 15 €.

Il GSE rimborsa le fatture pagate relative ai kW che sono stati prima iniettati e poi ritirati dall’utente, ma non rimborsa le tasse che il cliente ha saldato in fattura. Il GSE effettuerà il pagamento per i kWh che sono stati iniettati, ma a un valore di mercato inferiore rispetto al prezzo di mercato. Di norma, la parte di energia venduta e successivamente ritirata viene rimborsata alla metà del prezzo medio di acquisto di energia dalla rete, mentre per la parte eccedente un quarto.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile