Venerdì 03 dicembre 2021

Previsto aumento delle temperature, pericolo valanghe marcato

Condividi

Livigno Sulle regioni alpine la pressione atmosferica è in graduale aumento, grazie ad un anticiclone che dall’Atlantico tenderà ed espandersi verso il centro Europa, e determinerà tempo pressochè stabile per l’intera settimana. Oggi cielo sereno o poco nuvoloso con temporanea copertura in serata sulla fascia orientale, ove non si esclude qualche isolato breve rovescio. L’andamento termico del fine settimana ha contribuito sensibilmente a trasformare lo strato superficiale della neve, in particolare al di sotto dei 2500 m e sui versanti esposti ad insolazione, determinando un discreto assestamento e la formazione di croste da rigelo portanti fino in tarda mattinata. Più in quota e sui versanti in ombra il manto nevoso permane caratterizzato dalla presenza di neve a debole coesione e lastroni che poggiano su strati interni di cristalli sfaccettati o neve pallottolare. Questi, piuttosto evidenti e pertanto evitabili, in siti più sfavorevoli possono essere staccati anche con debole sovraccarico. L’attività valanghiva spontanea è da ritenersi poco probabile e riconducibile a singoli scaricamenti sui versanti esposti al sole. PERICOLO VALANGHE: 3 MARCATO su Retiche, ma in diminuzione in serata su Adamello e Orobie Centrali. 2 MODERATO su Orobie Centrali e settori Prealpini.
Martedì copertura del cielo variabile, a tratti significativa, ma caratterizzata dalla presenza di nubi medie-alte. Temperature in sensibile aumento. Manto nevoso con croste superficiali portanti al mattino, in indebolimento per riscaldamento e parziale insolazione. Il rialzo termico interesserà tutte le esposizioni contribuendo, fino intorno ai 2600-2800 m, a migliorare i processi di consolidamento del manto nevoso anche sui versanti settentronali. Lastroni di medie dimensioni,  posti in prossimità di creste e dorsali, piuttosto evidenti ed evitabili, poggiano su strati interni di cristalli sfaccettati o neve pallottolare ed in localizzazioni più sfavorevoli potranno essere staccati ancora con debole sovraccarico. L’attività valanghiva spontanea sarà alquanto ridotta o poco probabile. PERICOLO VALANGHE: 3 MARCATO su Retiche, in diminuzione dalla serata. 2 MODERATO su Adamello, Orobie e settori Prealpini.
Mercoledì al mattino cielo parzialmente nuvoloso per nubi medie-alte, in seguito  passaggio a cielo sereno. Temperature in ulteriore aumento. Manto nevoso con croste superficiali portanti al mattino, in rapido  indebolimento su versanti ripidi ed esposti ad insolazione. Il rialzo termico continuerà ad interessare tutte le esposizioni contribuendo, fino intorno ai 2600-2800 m, a migliorare i processi di consolidamento del manto nevoso, anche sui versanti settentrionali ed in quota.  Lastroni  in prossimità di creste e dorsali potranno  in genere essere staccati con forte sovraccarico. Possibili scaricamenti e distacchi di piccole valanghe  di neve bagnata dalle pareti rocciose e dai versanti esposti a maggior insolazione. PERICOLO VALANGHE: 1 DEBOLE su Prealpi Occidentali. 2 MARCATO sui restanti settori.
Fonte: Arpa Lombardia 

Bollettino neve

Ricevi le news su WhatsApp e Telegram

Lascia un commento

*

Ultime notizie