13 Aprile 2024 07:53

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Pannelli fotovoltaici, come funziona lo scambio sul posto

Condividi

Energia solare fotovoltaica termicaPannelli fotovoltaici scambio sul posto – La legislazione italiana consente di stipulare un contratto di scambio sul posto con il GSE (Gestore Servizi Energetici). Questo meccanismo valorizza l’energia immessa nella rete elettrica dal titolare di un impianto fotovoltaico, equiparandola a un autoconsumo.

Pertanto, dopo aver pagato per i consumi dell’energia prelevata dalla rete, il proprietario dell’impianto otterrà una compensazione economica tra energia immessa e prelevata da parte del GSE.

I kWh consumati quando non si produce energia – ad esempio di notte – saranno rimborsati dalla rete elettrica tramite lo scambio sul posto, bilanciandoli con i kWh immessi dall’impianto in altre ore (come durante il giorno). I kWh immessi in eccesso vengono considerati come un surplus e vengono pagati dal GSE in base al valore di mercato.

I FALSI MITI SUI PANNELLI FOTOVOLTAICI 

Per ottenere il rimborso, è necessario attendere circa un anno dall’installazione dell’impianto fotovoltaico, poiché il GSE eroga il contributo in conto scambio su base semestrale.

News su Telegram o WhatsApp
Scarica la nostra APP Android

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile