Classe energetica di una casa: cos’è e come si determina


La classe energetica degli immobili è un parametro fondamentale da conoscere perché permette di identificare consumi energetici, efficienza energetica e valore di mercato.
Si tratta di una certificazione che fornisce, attraverso un sistema di valutazione e di classificazione all’interno di una scala di 10 livelli (A4, A3, A2, A1, B, C, D, E, F, G), le informazioni sull’isolamento termico e il consumo energetico degli immobili.
Dove A4 indica il livello più performante di efficienza, mentre G quello più basso, con relativi maggiori o minori costi previsti per eventuali interventi specifici di riqualificazione ed efficientamento energetico, come ad esempio il cappotto termico, la sostituzione degli infissi o l’installazione di un impianto di riscaldamento con meno emissioni.
La classe delle case viene determinata dalla media dei punteggi che si ottengono sulla base delle caratteristiche strutturali dell’immobile e delle certificazioni svolte come la produzione di energie rinnovabili, la presenza di infissi a bassa dispersione di calore, la qualità dei materiali impiegati, interventi di efficientamento energetico.
Le caratteristiche energetiche di un immobile sono contenute nel documento chiamato Attestato di Prestazione Energetica (APE), la cui stesura può essere redatta solo da professionisti qualificati, che deve essere sempre allegato negli atti di affitto o di vendita.

News su Telegram o WhatsApp

Ultime Notizie