25 Febbraio 2024 05:24

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Cappotto termico interno: pro e contro

Condividi

Cappotto termico interno vantaggi svantaggiCappotto termico interno vantaggi svantaggi – Il cappotto termico è una tecnica di isolamento che prevede l’applicazione di pannelli isolanti sulla superficie interna di pareti, tetti, cantine e garage.

Questo metodo è molto utilizzato in contesti urbani dove le modifiche alle pareti esterne possono essere difficili o nei casi in cui sia necessario isolare tetti o cantine.

Questa pratica è comune, ad esempio, all’interno di condomini dove le regole possono proibire lavori alle pareti esterne, o in edifici storici con ornamenti o decorazioni esterne e in centri storici dove l’uso di ponteggi può essere problematico o esistono restrizioni architettoniche.

I pannelli utilizzati per questo tipo di isolamento sono più sottili rispetto a quelli utilizzati per l’isolamento esterno, ma offrono comunque un’efficace barriera termica. Inoltre, rispetto al cappotto termico esterno, l’isolamento interno offre vantaggi come un tempo di installazione più breve e costi più accessibili.

Possiamo identificare tre principali metodi di isolamento interno: con pannelli, a secco e con intercapedine. Ci sono diversi materiali disponibili per l’isolamento. La scelta del materiale appropriato dipende da variabili come: spessore, conducibilità termica, capacità di isolamento e costo.

Proprio come l’isolamento esterno, l’isolamento interno offre una serie di vantaggi, il più importante dei quali è l’aumento del comfort abitativo. Durante i mesi invernali, la casa sarà più calda e durante l’estate sarà più fresca, portando a un risparmio sui costi di climatizzazione.

La dispersione energetica ottimizzata che si realizza, comporta un risparmio sulla bolletta energetica fino al 30%. Esistono anche altri benefici:

aumento della temperatura delle pareti perimetrali, riducendo gli effetti negativi causati dalle variazioni di temperatura, come condensa e muffa;
riduzione dei costi energetici grazie al risparmio energetico;
isolamento acustico delle stanze in cui viene applicato, rendendo la casa molto più silenziosa;
rapidità e facilità di installazione;
costo inferiore rispetto all’isolamento termico esterno, poiché non sono necessari ponteggi esterni e le aree da lavorare sono ridotte;
maggiore durata dell’isolamento, poiché è protetto dalle condizioni atmosferiche esterne.

Naturalmente, ci sono anche svantaggi. Questo tipo di intervento comporta:

aumento dell’umidità nella parte esterna con rischio di condensa e aumento dell’effetto dei ponti termici;
riduzione dell’inerzia termica delle pareti;
riduzione dello spazio interno, fino a 15 cm a seconda della tecnica e del materiale utilizzato;
incapacità di risolvere il problema dei ponti termici.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie