16 Luglio 2024 03:05

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Quando non fare il cappotto termico: gli errori da evitare

Condividi

Operaio che installa un cappotto termico esterno in una casa in costruzioneCappotto termico gli errori da evitare – Non è consigliabile procedere con l’installazione di un cappotto termico in un edificio affetto da problemi di muffa e umidità senza prima risolvere tali problemi. Inoltre, non è possibile installare un cappotto termico su edifici sottoposti a vincolo architettonico; in questi casi, si potrebbe considerare la possibilità di un’isolazione interna, anche se ciò comporterebbe una riduzione degli spazi.

Quali sono le azioni da evitare per garantire l’efficacia di un cappotto termico in casa?

Innanzitutto, non bisogna installare il cappotto termico senza prima risolvere eventuali problemi esistenti di muffa e umidità.

Non si dovrebbero utilizzare materiali plastici, che impediscono la traspirazione dei muri, specialmente nel caso di abitazioni vecchie.

Quando non fare il cappotto termico – Si dovrebbero evitare materiali come intonaci traspiranti, legno, calce idraulica, canapa, silicati, che favoriscono la traspirazione, e non prevedere un’adeguata ventilazione dopo l’installazione del cappotto termico.

Non si dovrebbero posizionare i pannelli in modo errato: i pannelli dovrebbero essere installati in modo sfalsato, per incrementare la superficie isolante, e con l’ausilio di schiume isolanti in caso di disallineamento.

Infine, è fondamentale posizionare correttamente paraspigoli e reti armate per sostenere la struttura isolante, evitando così eventuali spostamenti e danneggiamenti.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile