23 Aprile 2024 09:44

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Quanto costa la bolletta del gas senza consumo

Condividi

bonus bollette risparmiare su luce e gasBolletta gas senza consumo – I costi fissi nella bolletta del gas

Allo stesso modo della bolletta elettrica, anche la bolletta del gas include importi fissi che non dipendono dall’effettivo consumo: il prezzo per l’acquisto del gas e i costi associati alla gestione della fornitura. La parte variabile della bolletta, invece, è legata alla quantità di gas venduta, includendo le spese per l’acquisto del gas che viene poi rivenduto e i costi che il fornitore deve sostenere per rifornire i propri clienti.

Anche gli elementi fissi sono collegati alla quota di vendita al dettaglio, cioè al complesso delle attività che riguardano la gestione del cliente a livello commerciale. A questo si aggiungono i costi per il trasporto e la gestione del contatore del gas, che includono i servizi relativi all’aspetto tecnico: trasmissione, distribuzione e misurazione del gas immesso nella rete.

ERRORI IN BOLLETTA? LI SCOVA UN SERVIZIO GRATUITO

In sintesi, il trasporto e la distribuzione del gas attraverso l’intera rete nazionale, tramite i gasdotti dell’azienda, e i costi affrontati dal distributore locale di zona per garantire un servizio efficiente e affidabile.

La quota aumenta in base allo scaglione di consumo e alla zona climatica di appartenenza, poiché il servizio prevede una componente fissa e un’altra variabile. Nei casi in cui il consumo di gas è nullo, anche l’importo degli oneri di sistema sarà pari a zero, in quanto corrisponde solo alla quota variabile, contrariamente alle voci precedentemente menzionate nella bolletta.

La tassazione si compone di due quote separate: le imposte e la quota variabile, che viene calcolata in base al consumo di gas dell’utente, mentre l’IVA, in qualità di componente fissa della tassazione, è applicata anche in caso di consumi nulli, e viene calcolata sulla base degli oneri a quota fissa registrati. Le imposte sono suddivise in accisa, un’imposta erariale di consumo legata allo scaglione di consumo, e l’addizionale regionale, che viene stabilita autonomamente dalle singole Regioni.

GLI ELETTRODOMESTICI DA SPEGNERE LA NOTTE

Facendo una stima approssimativa di un utente tipo nell’ipotesi in cui non consumi gas si può calcolare in circa 135 euro l’anno, pari a circa 22,50 euro a bolletta, il costo della fornitura con zero consumi.

News su Telegram o WhatsApp
Scarica la nostra APP Android

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile