Le banconote da 1000 lire che cercano i collezionisti

Esistono delle rare monete, coniate in edizione limitata a partire dal 2004, che circolano anche in Italia che in realtà valgono centinaia e, a volte, migliaia di euro. Soprattutto quando avvengono errori di conio.

MONETE EURO – In particolare la moneta da 2 euro e quella da 50 centesimi, perché sono il taglio più utilizzato dal conio di diversi Stati quando escono versioni celebrative.

LIRE – Ma anche le vecchie, e per molti care, Lire nascondo dei tesori nascosti nelle case degli inconsapevoli italiani. Nel 2002 l’euro ha soppiantato la lira italiana, che ha quindi ha cessato il suo corso legale. Creando nel contempo il mercato dei collezionisti alla ricerca dei pezzi più rari e ancora meglio unici.

La moneta da 2 €, molto diffusa, che ne vale molti di più

MILLE LIRE – Una di queste sono le banconote  1.000 lire con ritratti Marco Polo e Palazzo Ducale che possono valere fino a 230 €. Questa banconota venne realizzata negli anni ’80 del XX secolo, con alcuni miliardi di esemplari circolanti, ed ebbe corso legale fino al 1995, quando venne sostituita dalla versione con Maria Montessori. Sul fronte si trova il volto di Marco Poco e il Leone di San Marco e delle Repubbliche Marinare, mentre sul retro viene ritratto Palazzo Ducale di Venezia.

La moneta da 1 centesimo di euro che ne vale 3mila

QUOTAZIONE – Importante e decisivo al fine di dare una quotazione alla banconota è il numero di serie: AA che terminano per A valgono da 15 a 50 €; XA, XB, XC valgono da 100 a 200 €; XD o XE che terminano per A valgono 230 €.

News su Telegram o WhatsApp
Scarica la nostra APP Android

Ultime Notizie