12 Luglio 2024 12:26

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Gli animali vietati in casa

Condividi

Animali vietati in casa Animali vietati in casa

In Italia, non tutti gli animali sono classificati come domestici, pertanto non tutti possono essere tenuti in casa.

La legge vieta infatti la detenzione in ambiente domestico di certi animali, in particolare quelli riconosciuti come “esotici”, perché molti di essi sono rari o a rischio estinzione, o perché potrebbero essere pericolosi o aggressivi.

La tenuta di alcuni di questi animali potrebbe essere soggetta a restrizioni specifiche, come previsto dalla Convenzione sul Commercio Internazionale delle Specie Minacciate di Estinzione (CITES).

ANIMALI DEL VICINO TROPPO RUMOROSI?

Esiste una lista specifica di specie animali che è illecito tenere in casa e non rispettare queste regole può portare a pene severe: dall’arresto con potenziale reclusione fino a tre anni, a multe che possono raggiungere i 150mila euro. Un argomento distinto riguarda i cani considerati “aggressivi”.

Rispetto al passato, non sono più categorizzate specie considerate pericolose a prescindere.

Ad esempio, è illegale tenere in casa animali come lupi, orsi, marmotte, castori, volpi, cervi e cinghiali, essendo questi classificati come animali selvatici.

Il loro possesso è illecito dato che si tratta di specie autoctone la cui vendita e cattura sono proibite. In Italia, la legge proibisce il possesso di alcuni animali ritenuti potenzialmente pericolosi.

Gli animali possono essere tenuti in casa?

L’elenco, che include circa 10 ordini di animali e 54 famiglie di mammiferi e rettili, comprende elefanti, tigri, pantere, iene, scimmie, lontre, lemuri, alligatori, varie specie di serpenti (come il serpente corallo, l’anaconda, il mamba e la vipera) e aracnidi pericolosi.

Al contrario, gli animali consentiti per la detenzione domestica sono: pappagalli, gechi, tartarughe terrestri, merli indiani, cavie peruviane, furetti, chinchilla, iguane, draghi barbuti, serpenti (ad esclusione di quelli proibiti) e il riccio africano, oltre ai tradizionalmente già definiti come domestici: cani, gatti, uccelli, pesci e conigli.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile