Giovedì 02 dicembre 2021

La nuova strada Regina: 10 km, 4 gallerie e 3 viadotti

Condividi





Partiranno entro il 2021 i lavori per quella che è la più grande opera stradale mai realizzata sulla “Regina”, la strada che costeggia il Lario sulla sponda comasca. Un’opera che si può definire faraonica per lunghezza, complessità e soprattutto costi. Da Colonno a Griante: quasi 10 chilometri di sviluppo, 4 gallerie naturali, 3 viadotti e un assegno di ben 576 milioni di euro che lo Stato dovrà sganciare alle imprese impegnate. La strada ha un profilo simile alla statale 36 sulla sponda opposta per certi versi, sarà ad un corsia sola per senso di marcia, ma prenderà quota rispetto al lago come la Lecco-Colico, proprio per evitare i centri abitati. Infatti dallo svincolo di Colonno la “nuova Regina” entrerà subito nella montagna con una galleria di 2.1 km con pendenza 5% (pare con doppia corsia in salita), proseguirà in campo aperto per poche centinaia di metri per immettersi in altre due gallerie divise da viadotti (“Perlana 1”, 0,5 km e “Perlana 2”, 2,1 km), fino a raggiungere sopra Tremezzo la galleria più lunga della tratta, la “Tremezzina”, lunga poco più di 2,7 km, che porterà la strada di nuovo sul livello del lago poco prima della già esistente tangenziale di Menaggio. Passeranno 5 anni in teoria prima di vederla finita, vedremo come andrà a finire.
Marco Trezzi
Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie