12 Giugno 2024 19:44

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Finta multa stradale, Wangiri e telefonate di Amazon

Condividi

Purtroppo, l’essere iscritti al Registro pubblico delle opposizioni non protegge l’utente da chiamate fastidiose effettuate da organizzazioni criminali che commettono truffe, fingendosi call center di fornitori di servizi più o meno noti.

È davvero innovativa la recente truffa della falsa multa stradale che viene collocata sul parabrezza dell’auto, fornendo un link o un QR code per procedere con il pagamento. Di norma, l’ammontare richiesto è minimo e le persone tendono a preferire il pagamento piuttosto che presentare un ricorso. Tuttavia, non si tratta di una multa legittima, ma di una truffa ideata per intascare denaro.

La truffa più comune è lo “squillo senza risposta”, altrimenti noto come wangiri, un termine giapponese che significa “uno squillo e giù”. Il classico wangiri consiste in una chiamata da un numero internazionale, con solo uno o due squilli, senza lasciare messaggi in segreteria telefonica. L’utente, vedendo la chiamata nel registro, è spinto dalla curiosità a richiamare il numero, ma la chiamata viene dirottata verso un numero a pagamento, che applica tariffe elevate.

Esistono anche chiamate truffaldine che, attraverso messaggi registrati, ti esortano a investire in Amazon a causa della crescita delle sue azioni. Ma vale la pena sottolineare che Amazon non contatta mai i suoi clienti per suggerire investimenti.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile