16 Giugno 2024 21:37

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Targa deteriorata? Cosa si rischia

Condividi

Targa deteriorataTarga deteriorata – Con il trascorrere del tempo, è comune che una targa possa deteriorarsi fino a diventare parzialmente o completamente illeggibile. Non è permesso circolare con un veicolo con un identificativo parzialmente leggibile, poiché la targa è l’unico elemento che permette di identificare in modo unico un veicolo tra migliaia di altri identici.

Pertanto, se anche solo una targa si deteriora fino a diventare illeggibile, la legge impone al proprietario del veicolo di provvedere al ripristino, altrimenti rischia di incorrere in sanzioni. Non è però possibile ripristinare o riverniciare una targa illeggibile: una volta raggiunto tale stato, è necessario ri-immatricolare il veicolo, che comporta il rilascio di nuove targhe e di un nuovo Documento Unico di Circolazione e Proprietà.

Targa deteriorata – Se si viene fermati con una targa danneggiata e dunque “non chiaramente e integralmente leggibile”, come riportato dal Codice della Strada, si rischia una doppia penalità. Una sanzione pecuniaria compresa tra 42 e 173 euro e un’altra accessorio con la sospensione amministrativa del veicolo per tre mesi e la confisca della targa illeggibile.

In caso di reiterazione, le autorità possono procedere con la confisca del veicolo. Quindi, sarebbe opportuno procedere con la reimmatricolazione del veicolo il prima possibile, soprattutto se si è già stati multati.

Come detto, in caso di danneggiamento delle targhe, non è possibile sostituirle, ma solamente reimmatricolare il veicolo. Ciò viene tradotto con l’ottenimento di nuove targhe e di un nuovo Documento Unico di Circolazione e Proprietà.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile