23 Febbraio 2024 23:49

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Quando si guadagna con il fotovoltaico?

Condividi

Quando si guadagna con il fotovoltaicoQuando si guadagna con il fotovoltaico – L’installazione di un impianto fotovoltaico in casa è un investimento che sta diventando sempre più popolare in Italia, grazie ai numerosi vantaggi economici e ambientali che offre. Ma quanto si può davvero guadagnare da un impianto fotovoltaico? Vediamo di capire meglio.

Innanzitutto, bisogna considerare che un impianto fotovoltaico permette di produrre energia elettrica direttamente dal sole, riducendo così la dipendenza dall’energia fornita dal gestore elettrico e, di conseguenza, la bolletta energetica. Inoltre, con il sistema di accumulo, è possibile immagazzinare l’energia prodotta e non utilizzata durante il giorno per usarla durante la notte o nei periodi di minor produzione, riducendo ancora di più la dipendenza dalla rete.

Un altro aspetto importante da considerare è la possibilità di vendere l’energia in eccesso prodotta dall’impianto. In Italia, il GSE (Gestore dei Servizi Energetici) acquista l’energia in eccesso prodotta dai piccoli impianti fotovoltaici a un prezzo incentivante. Questo prezzo viene aggiunto al risparmio sulla bolletta, aumentando il guadagno dall’installazione dell’impianto.

Ma quanto si può guadagnare effettivamente? Il guadagno varia a seconda della dimensione dell’impianto, dell’esposizione al sole e del consumo energetico della casa. Tuttavia, per dare un’idea, un impianto fotovoltaico di 3 kWp (kilowatt di picco) può produrre circa 3.500 kWh (kilowattora) di energia all’anno.

Quando si guadagna con il fotovoltaico – Considerando un prezzo medio dell’elettricità di 0,22 euro per kWh, il risparmio annuale sulla bolletta sarebbe di circa 770 euro. Se a questo si aggiunge l’incasso per la vendita dell’energia in eccesso, il guadagno totale può superare i 1.000 euro all’anno.

In conclusione, l’installazione di un impianto fotovoltaico in casa può rappresentare un investimento molto conveniente, sia dal punto di vista economico che ambientale. Non solo permette di risparmiare sulla bolletta energetica e di guadagnare dalla vendita dell’energia in eccesso, ma contribuisce anche alla riduzione delle emissioni di CO2, favorendo la transizione verso un’economia più sostenibile e rispettosa dell’ambiente.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie