Mai così presto la scomparsa della neve sul Lago Reguzzo

Condividi

neve lago reguzzo Il Servizio Glaciologico Lombardo (servizioglaciologicolombardo.it) informa che presso la stazione di riferimento per le Alpi Orobie del Lago Reguzzo (dati APRA Lombardia), poco distante dal ghiacciaio del Lupo, la neve è scomparsa completamente il 27 maggio. La scomparsa è eccezionalmente precoce all’interno della serie iniziata nel 2013 tanto che in precedenza la scomparsa più precoce della neve datava il 22 giugno (nel 2018), mentre la media della neve al suolo alla data del 28 maggio è di 240 cm. L’anomalia negativa in termini di accumuli è diventata significativa da febbraio in poi ed è stata aggravata dalla fusione violenta e precoce del mese di maggio.
La situazione è comparabile anche nelle Alpi Retiche monitorate dalla stazione ARPA della Vallaccia (settore Livigno-Dosdè-Piazzi). In questo caso la serie dei dati è lunga più di 20 anni ma l’eccezionalità del 2022 rimane con la scomparsa più precoce avvenuta sempre il 28 maggio contro il record negativo precedente del 2007 (10 giugno). Alla Vallaccia la media ventennale di neve al suolo ad oggi sarebbe di 170 cm. Ancora più che al Lago Reguzzo appare significativo l’impatto della fusione nel mese di maggio particolarmente intensa e precoce rispetto alla media.
La nevicata della scora notte seguita da questa breve irruzione fredda ha portato qualche centimetro arriva quindi con un giorno di ritardo e, almeno presso le stazioni, non ha fatto in tempo a bloccate la fusione del manto invernale. Un minimo rallentamento è invece garantito più in quota nei bacini di accumulo dei ghiacciai dove il manto nevoso è ancora presente.
Dopo un inverno così avaro di nevicate la speranza era in un mese di maggio particolarmente nevoso che riuscisse a mettere una pezza alla stagione. Maggio, mese mediamente molto piovoso e nevoso, è l’ultimo prima dell’estate con grandi potenzialità di recupero sui ghiacciai. Purtroppo abbiamo assistito invece alla peggior configurazione barica possibile con una rapida scomparsa del manto nevoso presente a causa delle alte temperature della parte centrale del mese.


Ultime notizie