19 Luglio 2024 23:52

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Impianti termici a biomassa in Lombardia: registrazione obbligatoria

Condividi

Impianti termici a biomassa in LombardiaLe deliberazioni della Giunta regionale della Lombardia n. 3502 del 5 agosto 2020 e n. 5360 dell’11 ottobre 2021 hanno introdotto l’obbligo di registrazione per tutti gli impianti termici civili alimentati da biomassa legnosa. Questa misura mira a creare un catasto unico regionale degli impianti termici (CURIT) mediante una targatura identificativa codificata. Vediamo in dettaglio cosa comporta questa normativa, chi riguarda e come adeguarsi.

Cos’è un Impianto a Biomassa?

Un impianto a biomassa è un sistema di riscaldamento o cottura che utilizza materiali organici come legna da ardere, pellet, cippato o bricchette. Questi impianti sono apprezzati per il loro minor impatto ambientale rispetto ai combustibili fossili e per la capacità di utilizzare risorse rinnovabili.

Soggetti Interessati

Il provvedimento si applica a tutti gli impianti termici civili alimentati da biomassa legnosa presenti in Lombardia, con una potenza al focolare fino a 3 MW. Questo include sia impianti per la produzione centralizzata di acqua calda sanitaria sia quelli di uso domestico. Tra gli impianti soggetti a registrazione rientrano anche caminetti aperti senza vetro e cucine a legna, che con la delibera n. 5360/2021 sono stati classificati come impianti termici.

COME SOSTITUIRE IL CAMINO CON UN TERMOCAMINO

Targatura Impianti Termici

Tutti gli impianti termici devono essere dotati di una Targa Impianto. Questa targa deve essere applicata da:

  • Installatore: per nuovi impianti o impianti esistenti privi di targa, al momento dell’installazione e messa in esercizio. L’installatore è responsabile del rilascio e trasmissione di tutta la documentazione prevista dalla delibera regionale n. 3502/2020.
  • Manutentore: per impianti esistenti privi di targa, al momento della prima manutenzione, con obbligo di trasmissione della Dichiarazione di Avvenuta Manutenzione.
  • Ispettore: per impianti esistenti privi di targa, durante l’ispezione dell’impianto.

L’installatore o il manutentore che applica la targa ha anche l’obbligo di redigere il Libretto di Impianto e registrarlo nel Catasto, se non già fatto.

Procedure di Controllo

Le competenze in materia di accertamento e ispezione degli impianti termici civili sono attribuite ai Comuni con più di 40.000 abitanti e alle Province per il restante territorio, mentre la Regione Lombardia mantiene un ruolo di indirizzo e coordinamento. In particolare, in Valtellina, l’unico ente competente per queste attività è la Provincia di Sondrio.

Conformità e Sanzioni

Non è possibile evitare la registrazione di un impianto non a norma. Il Catasto funge da censimento di tutti gli impianti funzionanti, nuovi e vecchi. Le non conformità dovranno essere risolte tramite l’intervento di un tecnico abilitato, seguendo un processo simile a quello adottato nel settore dell’edilizia. La mancata registrazione può comportare sanzioni e problemi legali, pertanto è essenziale assicurarsi che il proprio impianto sia conforme alle normative vigenti.

Registrazione Impianti Biomassa Lombardia

La registrazione degli impianti termici a biomassa legnosa in Lombardia rappresenta un passo importante per la gestione sostenibile delle risorse energetiche e la riduzione dell’impatto ambientale. Seguendo le linee guida fornite dalle delibere regionali, è possibile garantire che il proprio impianto sia sicuro, efficiente e conforme alle normative.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile