19 Luglio 2024 20:18

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Elettrodomestici in standby: i maggiori colpevoli del consumo occulto

Condividi

Bolletta luce fornitura elettrica domesticaIl Paradosso del Risparmio Energetico

Il caro bollette è una realtà che sta spingendo molti italiani a cercare soluzioni per risparmiare energia. Tuttavia, spesso commettiamo errori inconsapevoli che annullano i nostri sforzi. Uno degli errori più comuni è sottovalutare il consumo energetico degli elettrodomestici in standby, cioè quelli che, pur sembrando spenti, continuano a consumare energia. Ma quali sono questi dispositivi e come possiamo ridurre il loro impatto sulla nostra bolletta?

Elettrodomestici in Standby: i maggiori colpevoli

Molti elettrodomestici moderni rimangono connessi alla corrente elettrica anche quando non sono in funzione. Questo fenomeno è particolarmente evidente con i dispositivi che mostrano una luce rossa quando sono in standby. Ecco una lista di alcuni dei principali “colpevoli” di consumo energetico in standby:

  • Stampanti: Anche quando non stampano, molte stampanti restano in standby pronte per essere utilizzate.
  • Computer: I computer desktop e persino i laptop consumano energia anche quando sono in modalità sleep.
  • Televisioni: Le TV moderne, soprattutto quelle con funzionalità smart, possono consumare una quantità significativa di energia in standby.
  • Forno a microonde: Anche se non lo utilizziamo, il display digitale del forno a microonde continua a consumare energia.
  • Lavatrici: Alcuni modelli devono essere disattivati manualmente dopo il ciclo di lavaggio, altrimenti rimangono in standby.
  • Caricatori di smartphone: Lasciati attaccati alla presa, continuano a consumare energia anche se non stanno caricando un dispositivo.
  • Console videogiochi: Spesso in standby per aggiornamenti automatici, le console possono essere particolarmente energivore.
  • Modem e router Wi-Fi: Questi dispositivi sono tra i più energivori, rimanendo accesi 24 ore su 24.

Il Ruolo delle Prese Multiple

Un altro aspetto spesso trascurato è l’uso delle prese multiple. Anche se dotate di interruttore e luce rossa, quando sono accese, rimangono attivi tutti i dispositivi collegati. Questo significa che anche se spegniamo il televisore, se questo rimane collegato a una presa multipla accesa, continuerà a consumare energia.

L’Impatto Economico

Con i prezzi attuali dell’energia, il costo degli elettrodomestici in standby può superare i 100 € annui, arrivando in molti casi a 150 €. Questo rappresenta una spesa significativa che possiamo ridurre con piccoli accorgimenti.

GLI ELETTRODOMESTICI CHE SPENTI CONSUMANO PIÙ DI QUELLI ACCESI

Soluzioni Pratiche per Ridurre il Consumo

Per ridurre il consumo energetico degli elettrodomestici in standby e risparmiare sulla bolletta elettrica, ecco alcuni consigli pratici:

  • Utilizzare prese multiple con interruttore: Spegnere completamente la presa quando non si utilizzano i dispositivi collegati.
  • Scollegare i caricatori: Rimuovere i caricatori di smartphone e altri dispositivi dalla presa quando non sono in uso.
  • Disattivare manualmente gli elettrodomestici: Assicurarsi che dispositivi come lavatrici e forni a microonde siano completamente spenti dopo l’uso.
  • Investire in dispositivi a basso consumo energetico: Scegliere elettrodomestici certificati per il risparmio energetico.
  • Utilizzare lampadine a LED: Sostituire le vecchie lampadine con quelle a LED, che consumano meno energia rispetto alle lampadine a risparmio energetico tradizionali.

Risparmio Energetico Consapevole

Essere consapevoli del consumo energetico degli elettrodomestici in standby è il primo passo per ridurre la bolletta elettrica. Con piccoli accorgimenti quotidiani, possiamo fare una grande differenza sia per il nostro portafoglio che per l’ambiente. Ricordiamoci che ogni watt risparmiato è un passo verso un futuro più sostenibile e meno costoso.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile