21 Giugno 2024 00:30

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Dove e come conservare al meglio la legna

Condividi

Come conservare legna – La corretta conservazione della legna è essenziale: un tronco appena tagliato può presentare un tasso di umidità che arriva fino al 70%. Con un’umidità così elevata, non solo la legna brucia in maniera meno efficiente, ma produce anche una maggiore quantità di fumo.

In linea generale (ma varia a seconda del tipo di legna), si consiglia di conservare la legna tra 12 e 36 mesi, in modo da assicurare una adeguata essiccazione, evitando però che si secchi eccessivamente.

La scelta del luogo di conservazione della legna è importante. Essendo un materiale organico, ha bisogno di un posto riparato dalle intemperie, ma esposto al sole e ben ventilato.

Evitare ad esempio le cantine, in cui la legna rischia di muffire; una parete esterna della casa (preferibilmente riparata ed esposta a sud) potrebbe essere una buona opzione. La legna potrebbe essere conservata anche internamente, possibilmente vicino al camino, per creare un’atmosfera accogliente e rustica.

Come conservare legna – È importante fare attenzione anche al modo in cui la legna viene accatastata. Dato che è sensibile all’umidità, non dovrebbe essere adagiata troppo vicino alla parete contro cui è appoggiata. Solitamente, si consiglia di lasciare uno spazio di circa quindici centimetri per permettere al flusso d’aria di passare.

Analogamente è buona norma isolare la legna il più possibile dal suolo, usando materiali isolanti o lasciando un po’ di spazio anche in questo caso.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile