Ottobre 3, 2022 16:56

I colori delle auto svizzere tra gusto, leggende e RC auto

colori auto svizzere Per anni è esistita in Valtellina una leggenda, e forse per alcuni lo è ancora, riguardo ai colori spesso sgargianti delle automobili svizzere.
Che però non ha nulla a che vedere con quella degli automobilisti svizzeri multati in Italia.
In molti pensavano che il fenomeno che ha sempre visto colori molto più appariscenti nel parco macchine circolante nella Confederazione Elvetica fosse legato ad un incentivo relativo all’assicurazione RC.
In sintesi i mezzi più appariscenti, e quindi visibili, pagavano meno l’assicurazione sul mezzo perché percentualmente meno soggetta a incidenti grazie al fatto che si vedeva più e meglio rispetto ai colori diciamo che vanno per la maggiore in Italia.
Se da un lato un’auto grigia per esempio si “nasconde” per così dire rispetto ad una viola sull’asfalto dobbiamo purtroppo smentire questa leggenda metropolitana.
La grande quantità di mezzi gialli o arancioni sulle strade rossocrociate sono quindi da attribuire esclusivamente al gusto degli automobilisti elvetici. Un campo dove non eccelle, a differenza di altri, ma che non trova spiegazione in usi e costumi nel campo assicurativo o nelle norme (rigide per usare un eufemismo) sulla circolazione stradale.
Esiste una norma invece che non consente ai privati di possedere autoveicoli con colori riflettenti come quelle in dotazione alle forze di polizia, ambulanze, vigili del fuoco.
Per quanto riguarda l’RC giace sul tavolo del Consiglio Federale la proposta di legge che dovrebbe prevedere l’inserimento sulle auto della “scatola nera”, una centralina che ne registra tutte le attività, e che permetterà di dimezzare l’assicurazione. Anche se in Svizzera i premi non sono altissimi dato che, a differenza di altri paesi, tra cui l’Italia, le truffe sui finti incidenti, che impattano sulle tariffe di tutti, sono molto meno numerose


Ultime Notizie