Escursione anello di Rogneda


Escursione adatta per giornate non calde che presenta un difetto: il tratto del Sentiero del Sole che da Baite di Rhon sale a Prasomaso è in pessime condizioni. Con l’auto si va a Tresivio e si prosegue fino al primo parcheggio (1.500 m) in località Boirolo, dopo essere transitati da Prasomaso. Alle spalle del parcheggio ci si incammina, in alternativa alla strada asfaltata, sulla ripida strada che raggiunge, in direzione nord, località Biazza (1.650 m) dove intercetta la VASP che prosegue per S. Stefano. Qui si passa nei pressi della chiesa e dell’omonimo rifugio. Continuando a percorrere la strada con tratti ripidi si transita nei pressi di un primo stallone (2.110 m). Poi si arriva al grande alpeggio di Rogneda dove è presente un altro stallone a quota 2.180 m. Al bivio situato al centro dell’alpe, ai piedi di Corna Mara, si svolta a destra e, poi seguendo il sentiero che inizia in prossimità del casello dell’acquedotto, si va al Lago di Rogneda a 2.315 m. Continuando in direzione nord-est si raggiunge la dorsale (2.400 m) che separa la vallata di Rogneda da quella di Rhon. Percorrendola verso sud alla Bocchetta di Rogneda (2.365 m) e continuando in direzione sud-est si arriva al Rifugio Capanna Vetta di Rhon (2.172 m). Poco più in basso si continua su un ripido percorso che passa per località Guado (1.969 m) e per Baita Masarescia (1.710 m) dove, in corrispondenza del casello dell’acquedotto, si abbandona la strada e si imbocca un sentiero che scende nella vallata di Rhon. Dopo aver raggiunto Baite Val di Rhon (980 m) si intercetta il Sentiero del Sole con il quale si risale la sponda opposta della vallata. Arrivati in prossimità degli ex sanatori di Prasomaso si continua per un breve tratto sulla strada asfaltata e poi si imbocca il sentiero che porta al parcheggio di Boirolo.
Percorso (EE) di circa 16 chilometri, dislivello positivo di 1570 metri, no fontane.
Giorgio Gemmi
Calendario eventi


Ultime Notizie