25 Luglio 2024 02:10

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Addio mercato tutelato, benvenuto STG: cosa cambia da luglio 2024

Condividi

Bolletta luce fornitura elettrica domesticaIl 1° luglio 2024 rappresenta una data storica per il mercato italiano dell’energia elettrica. A partire da questo giorno, i clienti domestici non vulnerabili diranno addio al mercato tutelato, aprendo le porte al Servizio a Tutele Graduali (STG) e al mercato libero. Ma cosa significa questo cambiamento e cosa aspettarsi? Esploriamo insieme i dettagli di questa importante transizione.

Addio Mercato Tutelato, Benvenuto STG

Dal 1° luglio, i clienti non vulnerabili che non avranno scelto un fornitore nel mercato libero saranno automaticamente trasferiti al Servizio a Tutele Graduali (STG). Questo servizio, gestito da venditori selezionati tramite procedure concorsuali, offre condizioni economiche e contrattuali definite dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente).

Il passaggio al STG non comporterà interruzioni nella fornitura di energia, ma è fondamentale conoscere le differenze rispetto al mercato tutelato. Nel STG, le tariffe saranno determinate in parte dall’ARERA e in parte dal fornitore, con aggiornamenti annuali. Questo nuovo assetto garantisce una certa continuità e sicurezza, mantenendo comunque un controllo sui costi.

Il Mercato Libero: Opportunità e Sfide

Il mercato libero dell’energia offre una vasta gamma di offerte con tariffe, servizi e condizioni diverse. Questa varietà può sembrare complessa, ma rappresenta anche un’opportunità per trovare l’offerta più adatta alle proprie esigenze e potenzialmente risparmiare sulla bolletta.

Prima del 1° luglio, è fondamentale informarsi e confrontare le offerte del mercato libero. Il Portale Offerte dell’ARERA è uno strumento utile per confrontare le diverse proposte e scegliere quella più conveniente. Questo portale permette di visualizzare le offerte in modo trasparente e comparativo, facilitando la decisione.

BOLLETTE PAZZE: COME AFFRONTARLE

Cosa Valutare nella Scelta dell’Offerta

Nel valutare le offerte del mercato libero, è importante considerare diversi fattori:

  • Prezzo: confrontare il prezzo della componente energia e eventuali costi fissi;
  • Tipo di tariffa: scegliere tra tariffa fissa (prezzo bloccato per un periodo) o variabile (prezzo indicizzato al mercato);
  • Servizi aggiuntivi: valutare eventuali servizi inclusi nell’offerta, come assistenza clienti, manutenzione o bonus;
  • Provenienza dell’energia: optare per fornitori che offrono energia da fonti rinnovabili;
  • Reputazione del fornitore: verificare le recensioni e l’affidabilità del fornitore.

Consigli Utili per il Passaggio al Mercato Libero

Affrontare il passaggio al mercato libero dell’energia richiede attenzione e consapevolezza. Ecco alcuni consigli utili:

  • Analizzare i consumi: verificare le bollette precedenti per capire il proprio profilo di consumo e scegliere l’offerta più adatta;
  • Confrontare le offerte: utilizzare il Portale Offerte e altri strumenti di confronto per trovare l’offerta migliore;
  • Leggere attentamente il contratto: prima di firmare, leggere attentamente le condizioni contrattuali, compresi i termini di recesso e le eventuali penali;
  • Contattare il fornitore: in caso di dubbi o domande, contattare il servizio clienti del fornitore scelto.

Addio mercato tutelato

Il passaggio al mercato libero dell’energia rappresenta una sfida, ma anche una grande opportunità per risparmiare e scegliere un’offerta più personalizzata. Informarsi, confrontare e scegliere consapevolmente sono i passi fondamentali per affrontare questa nuova fase del mercato energetico.

In sintesi, dal 1° luglio 2024, i clienti domestici non vulnerabili in Italia vivranno una svolta significativa con l’addio al mercato tutelato e l’avvento del Servizio a Tutele Graduali e del mercato libero. Questa transizione offre opportunità di risparmio e la possibilità di scegliere fornitori più adatti alle proprie esigenze, pur richiedendo una maggiore attenzione e informazione per effettuare la scelta migliore.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile