16 Aprile 2024 19:09

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Sondrio, inaugurazione area sportiva dedicata a Gabriel e Meriton

Condividi

AREA SPORTIVA DEDICATA A GABRIEL E MERITON

IL 17 MARZO L’INAUGURAZIONE ALLA PIASTRA

A un anno dalla tragica scomparsa una giornata di festa e di sport per riunire i ragazzi del quartiere

Una targa per ricordare per sempre Meriton e Gabriel, i due ragazzi scomparsi tragicamente un anno fa a Berbenno: pochi giorni dopo l’Amministrazione comunale ha deciso dedicare a loro la nuova area sportiva alla Piastra, luogo di svago e di ritrovo.

La cerimonia d’inaugurazione si svolgerà domenica 17 marzo, alle ore 15.30, in apertura dell’evento “Piastra games: ricordi in campo”, organizzato da Informagiovani di Montagna, nell’ambito del bando “La Lombardia è dei giovani” 2023, con enti, associazioni e il Comune di Sondrio quale capofila, per Meriton e Gabriel.

Seguiranno un torneo quadrangolare di calcio, che vedrà in campo ragazzi e adulti, per iniziativa degli amici e dei City Angels, giochi sportivi per bambini e ragazzi a cura di Boxe Inferno e Sondrio Rugby, l’aperitivo in musica con la Nuova Accademia musicale La Motta.

Inaugurazione area sportiva dedicata a Gabriel e Meriton

Il nuovo parco sportivo, il primo in città che offre l’opportunità di giocare a basket, a volley e a calcio a cinque, di andare in bicicletta e sui roller, di allenarsi con attrezzi all’aperto, sorto nei pressi dell’ex pattinodromo, tra le vie Torelli, Gramsci e Maffei, il parco sportivo si propone quale luogo di incontro e di aggregazione per i ragazzi del quartiere.

Gabriel e MeritonSarà inaugurato a Sondrio il 18 luglio alle ore 18, tra Immensa e l’ex pattinodromo, il murales ad memoriam di Meriton Ajeti e Gabriel Tejada Reyes tragicamente deceduti lo scorso 12 marzo in un incidente ferroviario a Berbenno.

La comunità giovanile del quartiere Sud-Ovest di Sondrio dove risiedevano i ragazzi ricorda i compagni con un’opera pittorica commemorativa.
Con l’ausilio dell’artista Giulia Tassi oltre 30 ragazzi e ragazze tra i 12 ei 18 anni si sono ritrovati per una decisione di volte a partire dal 19 giugno nell’area dell’ex pattinodromo della Piastra dove sono stati individuati i muri preposti all’opera .

Hanno scelto di rappresentare scene di vita quotidiana dei loro amici scomparsi, raffigurandoli impegnati a praticare sport o in attività legate al tempo libero ed hanno scelto di utilizzare i colori delle bandiere dei paesi a cui i ragazzi erano legati familiarmente (Kosovo e Argentina).

L’evento sarà accompagnato da sottofondo musicale a cura dell’Accademia Musicale Antonio Lamotta.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile