Novembre 28, 2022 22:25

Incidente aereo sul Legnone, si cerca l’autore del video






I Carabinieri di Lecco stanno cercando di rintracciare l’autore del video registrato successivamente all’incidente aereo avvenuto sul Monte Legnone il 16 marzo per poterlo acquisire agli atti. Nessun tipo di problematica, ai CC serve solo incontrare l’autore per potere procedere in tal senso e il video ha circolato su social e web senza la fonte diretta.
A Valtellina Mobile è stato inviato da un iscritto alle news su WhatsApp che è conoscente dell’autore, ma non abbiamo salvato purtroppo il suo numero e quindi lo cerchiamo con questo appello.
Si possono contattare direttamente i Carabinieri di Lecco, in Corso Carlo Alberto n. 62, tel. 0341 2621 e-mail provlcninv@carabinieri.it

Fortunatamente già dimesso dall’ospedale Niguarda uno dei due piloti, G.G. 53enne veronese, vittima dell’incidente aereo di ieri sulla parete nord del Monte Legnone. Il suo paracadute, dopo essersi lanciato dal velivolo, si era impigliato precariamente nelle rocce, lasciandolo sospeso nel vuoto su un baratro alto centinaia di metri. Grazie all’intervento tempestivo ed estremamente delicato del Soccorso Alpino il veronese è stato portato in salvo.
Rese note anche le generalità del collega deceduto a seguito dell’incidente che ha coinvolto l’aereo da addestramento militare M-346 durante il volo di collaudo. Si tratta di D.A. 50 enne inglese. Per il pilota britannico purtroppo è stata fatale la poca distanza dal suolo al momento dell’espulsione del seggiolino dalla cabina, e il conseguente schianto a terra contro i rottami del jet. Il suo corpo è stato recuperato dai Vigili del Fuoco.
Il recupero della salma sul Monte Legnone da parte dei Vigili del Fuoco

La nota del Soccorso Alpino
Il Cnsas lombardo – Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico, XIX Delegazione Lariana – Stazione di Valsassina e Valvarrone, ha partecipato da subito alle operazioni dell’intervento che ha riguardato la caduta di un velivolo sul versante Nord del Monte Legnone, nella zona sopra Colico. I tecnici, oltre una decina quelli impegnati, hanno operato sul posto con l’elisoccorso del 118 di Areu – agenzia regionale emergenza urgenza e collaborato con il Sagf – Soccorso alpino Guardia di finanza, Carabinieri e Vigili del fuoco.
La nota di Leonardo SPA
Leonardo S.p.A. (azienda attiva nei settori della difesa, dell’aerospazio e della sicurezza con maggiore azionista il Ministero dell’economia e delle finanze con una quota del 30%) precisa che allo stato attuale delle indagini è del tutto prematuro formulare qualsiasi ipotesi sulle cause dell’incidente.
Il velivolo coinvolto nell’incidente era un M-346 che stava effettuando un volo con a bordo un pilota collaudatore di Leonardo e un pilota istruttore di una società esterna.
Il pilota istruttore della società esterna è purtroppo deceduto.
Il velivolo era decollato dallo stabilimento di Venegono Superiore (Varese) alle ore 11 circa a valle dei controlli previsti per autorizzarne il volo, completati appena prima del decollo ed effettuati in conformità al piano ispettivo autorizzato dalle Autorità competenti.
Il piano di volo comprendeva test finalizzati a dimostrare specifiche capacità già collaudate nel corso di diversi voli effettuati in precedenza.
Alle ore 11:35 circa si perdeva il contatto con il velivolo. Grazie all’intervento tempestivo dei soccorsi il relitto veniva individuato nei pressi del Monte Legnone, tra le province di Como e Lecco.
Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime Notizie