22 Aprile 2024 20:47

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Quanto si risparmia con il fotovoltaico con accumulo?

Condividi

Quanto si risparmia con il fotovoltaicoQuanto si risparmia con il fotovoltaico

Installando un impianto fotovoltaico, l’utente non si limita più a consumare energia, ma diventa anche un produttore di energia. Questo comporta un flusso bidirezionale di energia con la rete elettrica, da qui la necessità di un contatore bidirezionale, in grado di misurare sia l’energia in entrata che quella in uscita generata dall’impianto fotovoltaico.

Durante le ore diurne, dalle 6:30 del mattino alle 18 in media (16:30 in inverno e 19:30 in estate), l’impianto fotovoltaico produce energia elettrica. In questo periodo, è possibile utilizzare l’energia elettrica generata autonomamente dai pannelli, evitando di doverla acquistare dalla rete di distribuzione.

Quando il sole tramonta, la produzione di energia dall’impianto fotovoltaico si arresta, ma il consumo di energia in casa continua, ad esempio con il frigorifero o con il telefono in carica. L’energia necessaria durante le ore notturne dovrà quindi essere prelevata dalla rete.

QUANTO COSTA INSTALLARE UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO PER CASA MIA?

I sistemi di accumulo per l’energia fotovoltaica sono progettati per conservare l’energia prodotta in surplus rispetto al consumo, rendendola accessibile durante le ore notturne o in momenti in cui i pannelli solari non riescono a fornire l’intera quantità di energia richiesta in casa.

Un sistema di accumulo efficace, quindi, consente di sfruttare la totalità o la maggior parte dell’energia generata dall’impianto fotovoltaico, riducendo la necessità di attingere alla rete elettrica e, di conseguenza, abbassando le spese energetiche.

Si consiglia l’acquisto di una batteria di accumulo se, per esempio, l’abitazione è disabitata durante il giorno e quindi il consumo di energia è più concentrato verso la sera, quando l’impianto fotovoltaico non produce più energia, oppure se si prevede l’acquisto di un’auto elettrica da ricaricare durante le ore notturne.

Quanto si risparmia con il fotovoltaico con accumulo?

Ci sono due tipi di vantaggi economici derivanti dall’energia fotovoltaica: quelli associati all’autoconsumo e quelli legati allo scambio sul posto.

L’autoconsumo riguarda l’energia utilizzata nelle abitazioni, derivante direttamente dalla produzione dell’impianto fotovoltaico. Più alto è l’autoconsumo, più elevato sarà il risparmio sulla bolletta, visto che diminuiscono i prelievi di energia dalla rete elettrica che vengono fatturati dal fornitore di energia.

In media, si stima che il 30% dell’energia generata da un impianto fotovoltaico venga autoconsumata. Questa percentuale può salire fino al 70% se si aggiunge una batteria di accumulo all’impianto.

Utilizzando i prezzi pubblicati da Arera per il servizio di tutela di un’utenza domestica si arriva a un risparmio sulla bolletta grazie all’autoconsumo di 350 € all’anno, risparmio che aumenta a 800 € all’anno nel caso si installi una batteria di accumulo.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile