16 Giugno 2024 17:24

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Le monete da 500 lire rare e preziose

Condividi

Monete 500 lire rare – Le vecchie, e per molti care, Lire nascondono dei tesori nascosti nelle case degli inconsapevoli italiani. Nel 2002 l’euro ha soppiantato la lira italiana, che ha quindi ha cessato il suo corso legale. Creando nel contempo il mercato dei collezionisti, alla ricerca dei pezzi più rari o ancora meglio unici.

MONETE RARE – In particolare alcune vecchie monete di lire della Repubblica Italiana hanno raggiunto nel tempo un valore notevole. La domanda per monete e banconote rare dipende comunque dal mercato e varia nel tempo, quindi per conoscerne il valore esatto si raccomanda sempre di farla valutare da professionisti del settore.

GRADI DI CONSERVAZIONE E VALORE DELLE MONETE

FIOR DI CONIO – Meglio ancora se si tratta di monete che non hanno praticamente circolato (fior di conio), A incidere sul valore numismatico delle monete rare sono l’anno di conio a moneta e tiratura limitata, che ne determinano la rarità.

RICERCATE DAI COLLEZIONISTI – Alcune vecchie monete da 500 lire hanno oggi un alto valore di mercato, ma solamente se sono in buono stato di conservazione.

1957 – Le monete da 500 lire di prova della versione “Caravelle”, coniate nel 1957, possiedono un enorme valore numismatico. Alcuni dettagli ne giustificano la ricerca da parte dei collezionisti. A partire dalla scritta “prova” per finire all’errore di conio che si trova sul rovescio della moneta: le bandiere delle caravelle sono controvento, voltate in direzione opposta rispetto a quelle delle monete corrette. Grazie a queste caratteristiche questa versione delle moneta da 500 lire è considerata rarissima, tanto che il suo valore sul mercato numismatico parte da 5mila euro e arriva fino a 8mila euro.

1961 – Tra quelle più ricercate dai collezionisti le 500 lire in argento realizzate negli anni ’50 e ’60 del secolo scorso, che venne sostituita negli anni ’80 dalla versione bimetallica. La versione in argento venne prodotta dal 1958 al 1967 con raffigurati da un lato il busto di una donna rinascimentale, dall’altro tre caravelle che navigano. La moneta da 500 lire argento del 1961 con le vele al contrario è un errore di conio e, di conseguenza, è diventata una moneta rara e di forte interesse per i collezionisti. Il valore di questa variante, se ancora in ottime condizioni (o fior di conio) oscilla tra i 1.500 e i 2.500 euro, mentre una moneta con segni di usura potrebbe valere meno.

DOVE SI VENDONO MONETE E BANCONOTE RARE

Le versioni “standard” 500 lire bimetalliche, riconoscibili per la rappresentazione di Piazza del Quirinale e per la figura femminile alata rappresentata di profilo, suscitano un particolare interesse. Alcune edizioni, come quella del 1985 caratterizzata da un profilo femminile medio e una firma grande, possono valere tra i 10 e i 40 euro. La versione del 1987, con profilo femminile medio e firma piccola, può arrivare a valere fino a 35 euro.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile