23 Febbraio 2024 09:00

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Elettrificare i consumi domestici: costi aggiuntivi e aumento di potenza

Condividi

Differenza cibo congelato surgelatoElettrificare consumi domestici – Non è sempre garantito che il passaggio dal gas all’energia elettrica comporti un incremento di potenza e una richiesta di potenziamento del livello di elettrificazione.

Per i clienti domestici in bassa tensione (BT), una richiesta di aumento di potenza implica il pagamento di un contributo una tantum e un incremento dei costi ricorrenti in base ai singoli contratti.

Acqua calda sanitaria senza fonti fossili

Il contributo fisso è di 25,88 euro per le utenze BT, ma non è dovuto per le utenze domestiche fino al 31 dicembre 2023.

Il contributo per ogni kW di potenza addizionale richiesta ammonta a 73,17 euro per le utenze BT, con una riduzione a 57,85 euro fino al 31 dicembre 2023 per le utenze domestiche se il nuovo livello di potenza disponibile non supera i 6 kW.

Inoltre, non si deve pagare tale contributo nel caso di richiesta di aumento di potenza dopo una precedente diminuzione, al fine di ripristinare il livello di potenza originario.

CUCINARE SENZA FONTI FOSSILI

I clienti che usufruiscono del servizio di maggior tutela sono tenuti a versare, oltre ai contributi diretti al distributore menzionati in precedenza, anche un contributo di 23€ destinato al venditore di energia elettrica. È importante notare che una variazione nella potenza richiesta comporta anche un adeguamento del deposito cauzionale, se applicato, in quanto tale deposito è calcolato in base ai kW di potenza impegnata.

News su Telegram o WhatsApp
Scarica la nostra APP Android

Condividi

Ultime Notizie