La moneta da due euro, molto diffusa, che ne vale molti di più

Da quando l’Italia è entrata nell’euro ha adottato, come ogni nazione, una coniatura personalizzata. Ogni moneta, infatti, possiede un lato comune per tutti gli Stati europei, mentre l’altra facciata cambia da paese a paese.

MONETE COMMEMORATIVE – Regola che vale ovviamente anche per le monete commemorative, diverse dalle ufficiali e coniate in piccole quantità, che vengono realizzate in occasioni particolari. La prima a farlo è stata la Grecia in occasione delle Olimpiadi di Atene nel 2004. Ma anche l’Italia non è stata da meno in questi anni dove ha infatti realizzato almeno una moneta commemorativa ogni anno.

La moneta da 1 centesimo di euro che ne vale 3mila

2016 – Queste monete sono a tiratura limitata e se diventano rare per qualche motivo assumono un alto valore numismatico per i collezionisti. Come è successo nel 2016, in occasione del 550° anniversario della morte di Donatello, furono realizzate e messe in circolazione 1.500.000 monete da 2 euro con raffigurata la testa del David di Donatello e le date 1466 e 2016.

Le banconote da 1000 lire che cercano i collezionisti

SAN MARINO – Ma analoga versione venne realizzata, sempre nel 2016, anche dalla Repubblica di San Marino, leggermente differente dalla versione italiana, coniandone 87.400 pezzi. Motivo per cui, essendo molto più rara dell’italiana, vale fino a 30 euro a moneta.

News su Telegram o WhatsApp
Scarica la nostra APP Android

Ultime Notizie