14 Aprile 2024 01:01

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

La gestione SECAM al vaglio di Procura e Guardia di Finanza

Condividi

Arriva la nota di Secam dopo il comunicato di ieri con il quale Guardia di Finanza e Procura di Sondrio hanno spiegato delle indagini in corso finalizzate ad accertare l’esistenza di condotte gestionali che possano aver causato situazioni di dissesto finanziario.
“I vertici di Secam confermano che la scorsa settimana militari della Guardia di Finanza si sono recati presso la sede della società richiedendo documentazione a partire dal 2017 che è stata spontaneamente consegnata. Nessun blitz, sequestro e  ipotesi di reato è stata contestata ai membri del Cda che restano a disposizione degli inquirenti e confidano in un rapido accertamento dei fatti”.
GUARDIA DI FINANZA IN SECAM – Nei giorni scorsi, su delega del Procuratore della Repubblica di Sondrio, il Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Sondrio ha acquisito, presso la sede legale della SECAM Spa, documentazione ed altre evidenze informatiche al fine di ricostruire la complessiva situazione economica, finanziaria e patrimoniale della società, interamente partecipata dagli enti pubblici territoriali valtellinesi, che si occupa sia della gestione del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti che dell’erogazione del servizio idrico integrato per l’intera provincia di Sondrio.

INCENDIO NOVEMBRE – L’attività di indagine, avviata a seguito dell’incendio che lo scorso mese di novembre aveva danneggiato l’impianto di smaltimento dell’azienda situato a Cedrasco, è finalizzata ad accertare l’esistenza di condotte gestionali che possano aver causato situazioni di dissesto finanziario anche a seguito dell’introduzione, a partire dal 2020, dei nuovi sistemi di calcolo della TARI (Tassa sui rifiuti) che ora avvengono seguendo le direttive impartite in materia dall’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA) cui la legge 27 dicembre 2017, n. 205 ha attribuito funzioni di regolazione e controllo del ciclo dei rifiuti urbani e assimilati.

ACCERTAMENTI – Gli accertamenti dei finanzieri proseguiranno in modo serrato nella prossima settimana con l’esame della copiosa documentazione, cartacea ed informatica, acquisita presso la sede della SECAM.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile