Giovedì 09 dicembre 2021

Controlli sulla SS36, recuperata refurtiva e restituita al proprietario

Condividi





Nella notte del 1° ottobre 2021 una pattuglia della Polizia di Stato della Sezione Polizia Stradale di Lecco in servizio sulla SS 36 all’altezza di Lissone, procedeva al controllo di una Volkswagen Sharan con targa francese che viaggiava in direzione Sud con 4 persone a bordo.
Insospettiti dall’atteggiamento degli occupanti in relazione all’orario di transito, gli operatori dopo le prime verifiche documentali effettuavano un controllo del veicolo all’interno del quale venivano rinvenuti attrezzi da edilizia, del valore di circa 10.000 euro e strumenti idonei a operare forzature di serrature porte e blindature.
Gli stessi occupanti non fornivano spiegazioni plausibili per giustificarne il possesso.
Esperita una verifica sui precedenti di polizia, a carico di tre dei quattro occupanti, emergevano numerose conferme delle pregresse attività illecite contro il patrimonio e contro la persona, nonché possesso di armi.
Accompagnati presso gli uffici della Questura di Monza per le attività di identificazione i quattro fermati, tutti stranieri e di cui uno privo di regolare permesso di soggiorno, manifestavano atteggiamento non collaborativo durante le attività di indagini, ricoprendo gli operanti di contumelie e di minacce.
Il materiale rinvenuto nella vettura veniva comunque sequestrato ed i soggetti denunciati in stato di libertà per il possesso ingiustificato di strumenti atti allo scasso in attesa di successivi sviluppi.
Le ricerche efficaci ed immediate, esperite dalla squadra di polizia giudiziaria della Sezione Polizia Stradale di Lecco, permettevano di risalire al rivenditore ed al legittimo proprietario titolare di un’impresa edile, nonché ad appurare che tutto il materiale sequestrato era provento di furto in quanto asportato da un furgone parcheggiato in un parcheggio in località Lissone, forzando il portellone posteriore.
Al termine delle attività i quattro soggetti venivano tutti denunciati per il reato di ricettazione, mentre la refurtiva verrà riconsegnata al legittimo proprietario.
Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie