Domenica 05 dicembre 2021

Chiavenna, ordinanza contro gli eccessi delle feste dei coscritti

Condividi





In data odierna si è svolta una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica nella quale si è preso atto che, raccogliendo l’invito di cui sopra del Prefetto, il Sindaco di Chiavenna – che è il Comune dove si sono verificate in passato le maggiori problematiche – in considerazione del fatto che su quel centro convergono i coscritti di tutti i Comuni della Valchiavenna ha emanato un’ordinanza contingibile e urgente per disciplinare tali momenti aggregativi, vietando per i giorni 22, 23 e 24 ottobre “qualsiasi mezzo o strumento atto a produrre rumori recanti disturbo alla quiete pubblica, qualsiasi forma di getto su persone o su cose, di farina, farinacei o altre sostanze, anche liquide, atte a offendere persone, danneggiare o imbrattare il suolo pubblico e, infine, qualsiasi accensione di fuochi, di fuochi d’artificio, fumogeni, lancia razzi, esplosione di petardi o accensione di sostane pericolose”.
Si soggiunge poi che in tema di misure atte al contenimento del pericolo di diffusione del Covid 19, per le giornate del 22 e 23 ottobre, la stessa ordinanza vieta “qualunque forma di assembramento in prossimità delle scuole superiori “Leonardo da Vinci” e “Crotto Caurga” negli orari di entrata e di uscita degli studenti”, precisando nel dettaglio tutte le vie e piazze interessate.
Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie