Novembre 28, 2022 22:36

Il Cammino Mariano delle Alpi si apre alla Valcamonica

Il Cammino mariano delle Alpi è un progetto di grande valenza religiosa, culturale e turistica che nasce con l’obiettivo di realizzare un itinerario di trekking che, attraverso la Valtellina e toccando alcuni luoghi di devozione mariana della provincia di Sondrio, conduca fino al santuario della Madonna di Tirano, proclamata nel 1946 da papa Pio XII Celeste Patrona della Valtellina.

Ebbene da ora è percorribile anche il collegamento tra il Cammino Mariano delle Alpi e la Via Valeriana, e quindi si apre alla Valcamonica. L’inaugurazione verrà organizzata la prossima primavera, appena i restauri delle santelle saranno terminati.

L’Associazione cammIKAndo O.d.V., nell’ambito della valorizzazione e promozione del progetto Cammino Mariano delle Alpi, ha da tempo preso contatti con i creatori del cammino della Via Valeriana in Valle Camonica che parte da Pilzone ed arriva al Passo del Tonale e, con una tappa “variante” che parte da Edolo, all’Aprica.

Da questi incontri è nata l’idea di una possibile “collaborazione” in modo tale da poter collegare le due valli accomunandole anche con un cammino e quindi collegare Aprica al Santuario della Madonna di Tirano. L’Associazione cammIKAndo, dopo aver fatto alcune ricerche e valutazioni, ha individuato nel sentiero degli Zapei d’Abriga il percorso ideale per poter creare questo collegamento. Sentiti alcuni pareri ha poi trovato nella sezione di Aprica del CAI e nell’associazione “Motta c’è” massima condivisione di intenti e volontà di realizzazione del progetto.

Le tre associazioni hanno quindi deciso di unire le forze e cercare di realizzare, anche e soprattutto con il contributo degli enti locali interessati, questo collegamento Aprica – Santuario della Madonna di Tirano avendo cura di valorizzare, nel contempo, le peculiarità e i luoghi più interessanti del percorso. Nel progetto sono coinvolti anche i Comuni Aprica, Teglio, Tirano e Villa di Tirano oltre alle associazioni Cai Teglio, Alpini di Teglio, Tresenda e San Giacomo.

Per le santelle che verranno restaurate la professionista che si occuperà delle opere sarà Antonella Della Bosca.

cammino mariano alpi Riguardo il percorso si parte dal Santuario di Maria Ausiliatrice in Aprica e percorrendo via Spluga, via Europa e via Italia si arriva alla contrada Santa Maria (Chiesa di Santa Maria Assunta). Proseguendo si oltrepassa la contrada Liscidini e percorrendo via Sponde si imbocca dapprima il sentiero per Liscedo e poi il sentiero degli Zapei d’Abrica. Percorrendolo si passa dapprima davanti ad una vecchia santella e successivamente appena dopo la baita di Pigolone troviamo un’edicola votiva denominata “al Sant” che contiene un affresco raffigurante l’Apparizione di Maria al Beato Mario Omodei, da qui si continua fino a sbucare in frazione Motta di Villa di Tirano (Chiesa di San Antonio).

Superata la chiesa si prosegue costeggiando dapprima la contrada Boniscetti, poi la contrada Svandana arrivando infine alla centrale di Stazzona e successivamente al ponte sull’Adda. Dopo averlo attraversato si percorre il Sentiero Valtellina fino al ponte del Poschiavino alle porte di Tirano e una volta attraversata la strada si prosegue, raccordandosi alla via Occidentale del Cammino mariano delle Alpi che proviene dalla Chiesetta di Santa Perpetua, fino in piazza Basilica.

 

Altra interessante possibilità è quella che, una volta arrivati alla frazione Motta di Villa di Tirano, si può optare per una “variante” (denominata della Dea Madre) che permette di raggiungere Teglio passando da Tresenda e dalle incisioni rupestri di Caven. Da Teglio si può poi percorrere l’ultima tappa della via Occidentale del Cammino Mariano della Alpi fino a Tirano.


Ultime Notizie